Ritorna “I Fuoriclasse” progetto formativo sperimentale rivolto ai bambini

54

Ritorna “I Fuoriclasse” progetto formativo sperimentale rivolto ai bambini tra i 7 e e i 12 anni che pone al centro “l’experential learning” ovvero l’apprendimento basato sull’esperienza, sia essa cognitiva, emotiva o sensoriale.

Lo scorso anno 20 ragazzi hanno vissuto l’esperienza alla scoperta del territorio accrescendo le loro capacità sociali, approfondendo, tramite l’esperienza diretta, le competenze su storia, ambiente, educazione digitale e scienze.

Sei posti visitati per sei giornate vissute intensamente e, il gruppo conosciuto nel 2021 replicherà l’esperienza che si è rilevata, come hanno riferito le famiglie, occasione di crescita umana e necessaria non solo per ripartire, non solo per l’accrescimento culturale e formativo, ma per l’opportunità che viene data alle nuove generazioni di scoprire e conoscere la propria terra, acquisendo competenze e allo stesso tempo valorizzando le risorse e le bellezze che abbiamo.

Un progetto che ha messo in rete esperti, cultori del territorio, associazioni, volontari e ha permesso ai piccoli cittadini “alla scoperta del territorio” di conoscere mestieri e professioni.

Quest’anno, grazie al supporto dei comuni di Gerace e Locri e del contributo del Gal, Terre locridee, nonché alla collaborazione di molti Comuni, tappe del percorso, si viaggerà da Locri al Parco naturale delle Serre, andando nella Vallata dello Stilaro, e poi tra le colline e tra i borghi più belli d’Italia come Gerace, spostandosi verso le Ferriere borboniche e il Parco Villa Vittoria, raggiungendo i paesini dell’accoglienza ed integrazione di Camini, percorrendo l’Aspromonte e meta ambiti i luoghi suggestivi della Locride, tra mare (Roccella) ed entroterra, tra storia, paesaggi, gastronomia e agricoltura, tradizione e sport e finale al Parco e museo archeologico di Locri.

Gli esperti e gli animatori si occuperanno di guidare e stimolare all’apprendimento il gruppo, con lo scopo di fargli acquisire competenze relative alla storia del nostro territorio, alla conoscenza della lingua inglese, alle soft skill, all’educazione ambientale e all’educazione digitale, senza mai trascurare il gioco.

«Dal progetto sperimentale della prima edizione ad un progetto strutturale perché l’outdoor education, è una delle vie percorribili per dare qualità al processo educativo, accompagnando i bambini alla conoscenza del territorio, facendo rileggere loro con occhi nuovi l’importanza dell’ambiente in cui viviamo, attivando consapevolezze tali da modificare stili di vita e orientare le loro scelte future».

«Dopo il successo della prima edizione – afferma la referente del progetto, Serena Franco- non vediamo l’ora di essere travolti dall’onda dei nostri fuoriclasse. È stato un anno di lavoro con un obiettivo ben preciso: creare per ogni tappa esperienze indimenticabili. Portare la formazione dei nostri ragazzi in un contesto esterno significa, prima di tutto, esporli a nuovi stimoli. L’ambiente, da scenario dentro il quale muoversi distrattamente, diventa nei nostri “Fuoriclasse” parte integrante delle attività e, in questo, la Calabria ci offre un ventaglio di possibilità illimitato».

Le attività verranno svolte nei mesi di giugno e luglio.

L’esordio per il 2022 è stato con il gruppo Lokron immerso nella storia e nell’arte di Stilo e poi nel paesaggio e verde del Parco Nicholas Green di Bivongi dove i ragazzi hanno avuto modo di conoscere i luoghi grazie alle guide ambientali escursionistiche di Trekking Stilaro, Giorgio e Cosimo a cui vanno i ringraziamenti per aver sostenuto il progetto e condiviso questa tappa tra la natura e la storia. Grazie alle Amministrazioni comunali che ci hanno ospitato ed alla direttrice della Cattolica Stilo Camilla Brivio.