San Luca, tra sogno e realtà. Il calcio come riscatto sociale

211
Qualche chiarimento sul caso Buffon e le dichiarazioni del dg Pelle

La comunità aspromontana con la sua squadra di calcio sta finalmente trovando spazio sulla stampa nazionale per un progetto sociale positivo. Il caso Buffon è più un sogno che una realtà, ecco cosa ci ha raccontato il dg Pelle

C’è un cuore che batte nell’Aspromonte orientale, dove tutto pullula di usanze ed emozioni forti. È la San Luca che piace; quella che, a “reti gonfiate”, ha messo a tappeto ogni forma di pregiudizio, facendo emergere una nuova splendida “primavera”. Senza dubbio un’annata calcistica da incorniciare, supportata sempre da passione e fair play, tanto da ricevere puntuali elogi da parte delle società calcistiche avversarie. Riuscire a consolidare, senza cifre stratosferiche, la permanenza in serie D, rappresenta un’impresa memorabile, che inorgoglirebbe perfino il Sommo poeta d’Aspromonte Corrado Alvaro. Ma il bel calcio e le belle sorprese non dovrebbero finire qui. I vertici societari stanno già lavorando alla realizzazione di un progetto sportivo eccellente, contraddistinto da una filosofia di marketing sociale. Dentro questa concezione si incastra a meraviglia l’ipotesi “Gigi Buffon”. La notizia di un interessamento da parte della società guidata dal Presidente Francesco Giampaolo, nei confronti dell’ex portiere della Juventus, è tutt’altro che infondata. Da diversi giorni l’Asd San Luca e Gigi Buffon, vivono un legame mediatico insolito, del tutto surreale. Eppure qualcosa bolle in pentola. A dare conferma, il Direttore Generale della società giallorossa, Francesco Pelle. “Per noi sarebbe un colpaccio, ma è un’idea ammaliante che si colloca a metà strada tra sogno e realtà”, spiega il Dg. La trattativa, a quanto pare, non si sarebbe ancora concretizzata e si attende di sapere chi muoverà il primo passo. “La società ha manifestato piena disponibilità alla trattativa con Buffon – sottolinea Francesco Pelle – ma chiaramente non godiamo di un budget esorbitante e non possiamo permetterci il lusso di liquidare cifre da capogiro. Le entrate societarie in larga misura sono garantite dagli sponsor, ai quali diciamo grazie, pertanto la nostra concezione gestionale si basa sul contenimento del budget ma allo stesso modo sul perseguimento di importanti obiettivi”.

Quale aspetto a questo punto potrebbe far gola all’ex numero della Nazionale italiana, resta ancora un’incognita. Proprio tre anni fa, Gigi Buffon si era reso portavoce attraverso un video messaggio di una campagna di sensibilizzazione sullo sport come veicolo di crescita sociale, culturale oltre che umana. I destinatari erano proprio i giovani dell’ASD San Luca omaggiati da quattro palloni con tanto di firma e dedica. Con prudenza e senza false illusioni, rimane di buon auspicio l’intenzione che lo stesso Buffon ha più volte palesato alla stampa, ovvero concludere la carriera in modo insolito e con un vero e proprio “colpo di testa”. “Per San Luca e l’intera Calabria, qualora il sogno dovesse avverarsi – incalza il Dg giallorosso- sarebbe una forte testimonianza di vicinanza e solidarietà sociale, depurata da ogni forma di pregiudizio”. Quello tra sport e contesto sociale è un binomio più volte menzionato dal dirigente societario, nella convinzione che l’uno debba essere parte integrante dell’altro e viceversa. Un campo di calcio, quindi, da non concepire soltanto come spazio fisico, ma soprattutto come emblema di cambiamento e baluardo di ripartenza e di riscatto. “Il nostro progetto sportivo – evidenzia Pelle – è figlio prima dello Stato e poi della ASD San Luca. Grazie alla realizzazione di un campo sportivo, possiamo godere di un servizio che lo Stato ha reso alla nostra comunità. Mi piace pensare alla metafora del seme che cresce e germoglia quando lo si nutre”. La presenza dello Stato, in questo contesto, assume dunque un’importanza cruciale; una sorta di sprone per progetti concreti e linfa vitale per una propositiva inversione di tendenza. È dunque chiara l’unità d’intenti, quella di esportare attraverso il calcio l’immagine più bella e nitida di San Luca e della Locride.

Mariateresa Orlando