Se azzeriamo il debito della sanità muore lo Stato di diritto

88

Santo Gioffrè, ex Commissario dell’ASP di Reggio Calabria, oggi scrittore oltre che medico, ci spiega perchè azzerare il debito sanitario che i commissari governativi non sono stati capaci di ripianare sia un male, considerato che le altre Regioni sono state in grado di estinguerlo davvero.

Ecco un estratto dell’articolo:

Se ho ben capito, mentre tutte le altre 9 Regioni che erano entrate, insieme alla Calabria, dentro i rigori del piano di rientro, ne sono uscite, come prevedeva la legge, dopo aver messo sotto controllo i sistemi economico-finanziari delle loro Asp, la Giunta regionale della Calabria chiede al governo, sic et simpliciter, di appianarle i debiti nella sanità. E il motivo è perché non riesce a mettere sotto controllo lo stato debitorio delle sue Asp che potrebbe essere pari a 2 miliardi e mezzo di euro.

Per leggere l’articolo integrale vai in edicola o scarica il nuovo numero della Riviera a questo link –> https://bit.ly/3w1vIRT
Autore:
Santo Gioffrè