Siderno: famiglie Vs Regione, il TAR deciderà a marzo

461

Dopo la conferenza stampa di qualche giorno fa, abbiamo avuto modo di leggere l’ordinanza emessa dal TAR Calabria (Tribunale amministrativo regionale), che si è pronunciato sul ricorso proposto dalla famiglia di Siderno, assistita dagli avvocati G. Fragomeni e S. Vendittelli, che vive in contrada San Leo, contro la Regione Calabria e la Città Metropolitana di Reggio Calabria in ordine alla presenza del TMB vicino la loro abitazione.
Nello specifico, con il ricorso, questa famiglia ha chiesto l’annullamento del decreto dirigenziale della regione Calabria in merito al progetto di ampliamento dell’impianto posto in località San Leo di Siderno, a servizio dell’ATO 5.

Dopo la camera di consiglio, che si è tenuta il giorno 24 novembre 2021, il TAR ha ritenuto, ex art. 55 c. 10 c.p.a., che, alla luce della complessità del thema decidendum, della delicatezza degli opposti interessi e dei tempi di attuazione del progetto, il ricorso verrà discusso nel merito il 16 marzo 2022 e molto probabilmente trattenuto per la pronuncia della sentenza.

Ricordiamo, che nei prossimi giorni, il TAR Calabria dovrà pronunciarsi in merito ad un analogo ricorso presentato dalla Commissione Straordinaria, che ha governato Siderno negli ultimi tre anni. Probabile, quindi, che si esprimerà per entrambi i ricorsi nel mese di marzo.