“Siderno ha già dato” si mobilita contro l’ampliamento dell’impianto di rifiuti a San Leo

133
Foto: il reggino

Il Comitato “Siderno ha già dato” si mobilita contro le scelta regionale dell’ampliamento dell’impianto di rifiuti a San Leo e per una gestione diversa dei rifiuti.
Non è più accettabile che si continui a distruggere il territorio, si renda impossibile la vita dei cittadini, con il rischio di malattie polmonari, se non potenzialmente cancerogene.

È ora che si cambi registro, una nuova gestione dei rifiuti, significa chiudere mastodontici impianti di trattamento rifiuti, inceneritori che portano sofferenze, se non morte.
Occorre passare all’economia circolare, differenziare, riciclare, compostiere di comunità e tra piccoli comuni.
Per questo motivo, intendiamo coordinarci con i Comitati della Piana, che si vedono imposti discariche in zone e il raddoppio del “termovalorizzatore” di Gioia Tauro, dove i dati di incidenza di malattie polmonari indicano un valore significativamente più elevato della media regionale.
Per tutto questo il Comitato “Siderno ha già dato” convoca un presidio, davanti al Comune di Siderno, tutte le domeniche, a partire dell’8 di maggio, dalle 10,30 alle 12.