fbpx
giovedì, Febbraio 22, 2024
spot_img
HomeApprofondimentiSiderno: pronto il concorso letterario "Patrizia Pelle"

Siderno: pronto il concorso letterario “Patrizia Pelle”

Comunicato a firma Cinzia Lascala, Past Presidente  Fidapa Siderno, in merito al concorso letterario “Patrizia Pelle” a Siderno

Al via la seconda edizione del Concorso letterario “PATRIZIA PELLE, una Fidapina al servizio dei diritti delle Donne e della Legalità” organizzato dalla Fidapa di Siderno, che si svolgerà domenica 28 GENNAIO 2024 presso la Sala Consiliare del Comune di Siderno alle ore 17:30. L’evento sarà aperto dai saluti di Silvana Ferraro, Presidente della Fidapa di Siderno, Maria Teresa Fragomeni – Sindaco della Città di Siderno, Carmela Neri – Presidente Ordine Avvocati di Locri, Antonino Lacopo – Presidente Camera civile “Tommaso Giusti” di Locri. A seguire la compianta Presidente del Distretto Sud Ovest della Fidapa, nonché socia onoraria della Fidapa di Siderno, affermato avvocato cassazionista e componente della Camera civile “Tommaso Giusti” di Locri verrà ricordata da Antonella Vizzari – Componente Camera civile “Tommaso Giusti” di Locri e da Martino Ricupero – Poeta dialettale. Infine, la premiazione degli alunni e delle alunne che si saranno distinti nella redazione di un elaborato in forma di testo letterario, poesia, articolo giornalistico, saggio breve, prodotto artistico e multimediale, sulla seguente traccia per la Sezione scuola secondaria di primo grado: “La Carta dei Diritti della Bambina, adottata da molti Comuni italiani e di cui Patrizia Pelle è stata zelante promotrice, rappresenta un valido strumento per affermare i diritti della donna sin dalla nascita e per tutelare la crescita delle bambine da ogni forma di sfruttamento, di abuso e di violenza fisica o psicologica. Questo documento è una dichiarazione d’intenti unica nel panorama della cultura di genere e, nel contempo, della costruzione di un sano rapporto uomo-donna”.

La seconda Sezione è riservata agli studenti e alle studentesse delle scuole secondarie di secondo grado sulla seguente traccia: “La parità di genere si fonda essenzialmente sul principio dell’uguaglianza di tutti gli esseri umani, ma, ancora oggi, purtroppo, è caratterizzata da una differenza di natura tra uomo e donna che, tante volte, giustifica una diversità di trattamento nella vita personale e professionale. La Commissione Europea, nella comunicazione relativa alla strategia per la parità di genere 2020-2025, ha sottolineato che, finora, nessuno Stato membro ha realizzato la parità tra uomini e donne: i progressi sono lenti e i divari di genere persistono nel mondo del lavoro e a livello di retribuzioni, assistenza e pensioni; nelle posizioni dirigenziali e nella partecipazione alla vita politica e istituzionale. Quali strategie occorrono per il futuro, anche in considerazione del Goal 5 dell’Agenda 2030, che si propone di eliminare ogni forma di discriminazione e violenza verso le donne, di tutte le età, e punta alla parità delle donne nei diritti e nell’accesso alle risorse economiche, naturali, tecnologiche e politiche?”.

La giuria è composta oltre che da Silvana Ferraro anche da Maria Caterina Mammola- socia, poetessa e scrittrice, da Annamaria Ferraro Macrì – socia consigliera, Maria Concetta Ardesia – segretaria e Cinzia Lascala – past presidente.

- Spazio disponibile -
- Spazio disponibile -
- Spazio disponibile -
ARTICOLI CORRELATI
- Spazio disponibile -

Le PIU' LETTE

- Spazio disponibile -