Sono di Siderno le radici del giovane calciatore della Sampdoria

2319

Arriva un’altra soddisfazione per la Locride e, soprattutto per Siderno, perché da qualche anno un piccolo campione è stato convocato, nel ruolo di centrocampista, nella squadra di calcio della Sampdoria.

Lui si chiama Simone Trimboli, il padre Salvatore è nato e cresciuto a Siderno. Poi, ad un certo punto della sua vita, arriva il trasferimento a Genova, ma in estate c’era sempre il ritorno nella sua terra.

Così Simone, insieme al fratello Matteo, una volta terminata la scuola, correvano dai parenti giù in Calabria. Per Simone il calcio è sempre stato prioritario: prima gli allenamenti e le partite, dopo tutto il resto.

I sacrifici e le rinunce, tuttavia, hanno regalato e continuano a  regalare molte soddisfazioni al questo giovane che, nato il 19 aprile del 2002, oggi è un talentuoso centrocampista della Sampdoria allenata da mister Felice Tufano,  squadra che lo ha prelevato nel 2010 dalla scuola calcio Don Bosco. Due anni fa, mister Tufano gli ha affidato anche la fascia da capitano della formazione Under 18, dopo averlo ammirato con le maglie di Under 15, 16 e 17: esperienze durante le quali ha raccolto ventinove gettoni di presenza in partite ufficiali. Simone è un giocatore completo, capace di orchestrare i ritmi della manovra in cabina di regia, ma anche di inserirsi in zona-gol quando viene impiegato come mezzala d’assalto.  Poi come un sogno, nel febbraio 2019, è arrivata la prima convocazione con la Sampdoria, convocazione che quest’anno è arrivata a inizio campionato. Infatti, sabato 26 settembre, durante la partita Juventus- Sampdoria, tra i nomi dei giocatori convocati c’era anche quello di Simone. Era  in panchina, ma con il suo talento  il suo esordio non tarderà ad arrivare.

Siamo sicuri che il suo futuro sarà ricco di soddisfazioni e che continuerà a renderci orgogliosi di lui.

“In bocca al lupo, campione!”