fbpx
sabato, Luglio 20, 2024
spot_imgspot_img
HomeApprofondimentiSotto Il cielo di Kiev, sotto il cielo di Gaza

Sotto Il cielo di Kiev, sotto il cielo di Gaza

Guerre, vendette, odio tra uomini e uomini, terrorismo! nel 2024 dopo che il Mondo piange la morte di innocenti, lassù qualcuno ci guarda e vede tali orrori, è possibile tutto ciò?

Natale Pedullà  se lo chiede con questo pezzo che fa riflettere e che noi pubblichiamo per fare gli auguri di Buona Pasqua e di Pace per i lettori della Riviera

Che pietà, che onore, che progresso, che evoluzione, che amore, che intelligenza umana ed artificiale propugniamo, cosa dimostriamo ai nostri Governatori Celesti, che i nostri Governatori terreni stanno fallendo tutti, dal più insigne, al più autorevole, al più umile e privo di poteri, ai padroni della guerra e della pace ed ai padroni delle parole (giornalisti e reporter).

Ebbene questa che noi stiamo vivendo è una guerra, la Terza guerra mondiale ibrida ad intensità crescente. Ci stiamo “bevendo il cervello” come uomini, abbiamo lasciato prenderci la mano dal populismo dilagante in tutto il mondo, abbiamo lasciato che altri governassero per noi , per nostro conto , affidando il nostro destino a degli incompetenti, poco acculturati, assetati di potere per il potere, ciò che ha voluto , non solo in Italia ma nel mondo il pressappochismo idealista-liberalista(leggi Berlusconismo, Trumpismo ed ora latente fascismo di ritorno in Europa). Svegliamoci! Andiamo a votare quando è tempo, rifiutiamoci di non pagare le tasse, ritorniamo alla Democrazia perché essa è solo da ascrivere al Popolo e non ad amministratori pro-tempore che credono solo nel potere personale e lo alimentano durante il loro mandato invece di vedere al di là della breve durata credendo nel Popolo, per il Popolo, per i cittadini per il bene sostanziale di essi. La Democrazia è oggi come ieri l’unica via degna degli uomini e donne veri cittadini.

Di cosa abbiamo bisogno noi tutti, di poche cose chiare e semplici e allo steso tempo fondamentali:

  1. Pace
  2. Amore
  3. Lavoro
  4. Armonia
  5. Socialità sana
  6. Studio
  7. Professionalità e capacità, vere specializzazioni

Allora, che tutti si adoperino per questi obiettivi nelle famiglie, nei Comuni, nelle Regioni, nelle Nazioni, nei Continenti, nel Mondo.

Con tutta umiltà, mi rivolgo ai giovani soprattutto a quelli che credono di aver diritto alla felicità, ad una normale vita di passioni, sconfitte e vittorie, di maturazione, di evoluzione morale ed umana: sappiate tenere alte le vostre aspirazioni, siate nobili, non “tamarri”, alimentate le due principali colonne dell’esistenza: l’Umanità e l’Universalità, che delle vostre scelte di vita diventino le basi, fatene sempre uso e non potrete mai fallire. Noi, quelli della mia generazione, abbiamo fallito e ciò  è un dato di fatto, questa era che possa servire a Voi per non fare gli stessi errori nostri . Le vostre malattie, i vostri problemi, non sono da imputare a voi, ma a noi della generazione che vi ha generati. Usate la logica, la critica, rendetevi liberi da ogni strumentalizzazione e studiate, studiate, approfondite le favole dei mitologici Greci Magni, nostri padri che eressero una civiltà la cui scienza travalica ogni era, ogni tempo, ogni età per cui è più che mai attuale e futuristica allo stesso tempo, che aiuta a gestire il presente.

Lassù qualcuno ci guarda e se vogliamo un futuro migliore dobbiamo conoscere, sapere, credere, che è possibile realizzarlo. E’ sognando che sapremo modificare anche il corso degli Astri sopra e sotto il cielo di Kiev e di Gaza, è sognando e parlandone che riusciremo a rivedere le stelle e non le bombe dei droni, lì dove è guerra e su di noi si abbatte un destino inesorabile ed avverso invertiamo la rotta e pensiamo all’Umanità e all’Universalità in ogni nostra azione, al bello , alla realizzazione di ogni piccolo atto di amore nei confronti della natura per onorare ciò che eravamo , nella nostra storia personale, costellata di cose buone e di cose che generano male, buio , dolore, allontaniamoci perché è di questo che abbiamo bisogno ; di vedere il nostro Mare Jonio ogni giorno sempre più magico , la nostra campagna che ci parla e ci offre doni sani , cibo buono. L’alimento non solo è materiale ma anche immateriale, per così dire fatto di energia sottile, che serve per dare cibo e nutrimento al nostro organo più importante: “Il cervello” , di cui occorre fare buon uso per non produrre “Leaders” cinici e falsi .

 

- Spazio disponibile -
- Spazio disponibile -
- Spazio disponibile -
ARTICOLI CORRELATI
- Spazio disponibile -

Le PIU' LETTE

- Spazio disponibile -