Trimboli: siccità e spreco di acqua potabile

165

Il consigliere di minoranza di Siderno, Antonio Cosimo Pio Trimboli, denuncia la dissipazione di acqua potabile in estate e di come sia tutto sulle spalle dei balneari.

La bandiera blu sicuramente è un pregio per tutti noi cittadini ma, il suo mantenimento è completamente a carico dei balneari (sedia Job, pittogrammi, docce, ecc.).

A proposito di docce, in questo particolare momento, in cui l’intera Nazione è nella morsa di una siccità che non si vedeva da tempo, il Presidente di Assobalneari Sezione Siderno, Dominick Figliomeni, aveva chiesto a nome suo e di tutti i balneari sidernesi, all’amministrazione comunale, di poter utilizzare l’acqua non potabile (già utilizzata a scopi irrigui) per il collegamento alle docce, poiché queste, come tutti i terminali della rete idrica negli stabilimenti, sono collegate alla rete di acqua potabile.

A parte la pesante bolletta che si vedranno addebitare i titolari di stabilimento balneare, il problema principale è la dissipazione di acqua potabile in estate, periodo dell’anno in cui, a causa dell’aumento degli abitanti fluttuanti e delle necessità della popolazione, si incorre in gravi crisi idriche che lasciano intere zone prive di acqua nelle principali ore del giorno.

Non ci sarebbe stata nemmeno la necessità di analizzare l’acqua dei pozzi e verificare se la stessa fosse idonea all’utilizzo per le docce negli stabilimenti; infatti, la stessa viene utilizzata per le docce installate dal Comune nella spiaggia libera.

A quanto pare tale diniego sarebbe imputabile a mere considerazioni di carattere economico e tributario.

Sarebbe stata una non irrilevante azione di contrasto alla crisi idrica e una dimostrazione di vicinanza ai balneari, che già sono stati penalizzati con una triplicazione del canone annuale ad opera dello Stato, ed una fantomatica anticipazione e posticipazione della stagione balneare che però non trova alcun riscontro con i limiti imposti dalla concessione demaniale degli stabilimenti balneari, che di fatto è rimasta invariata rispetto agli anni precedenti e va dal 15/06 al 15/09.

Antonio Cosimo Pio Trimboli