Tringali candidata sindaco a Palizzi

46

Anna Maria Tringali dirigente medico al Pronto Soccorso del Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria, laureata anche in scienze politiche, ed in giurisprudenza, con passione,  senso del dovere ed altruismo si candida come sindaco del comune di Palizzi.

Proposta e sostenuta da un gruppo civico consolidato e rafforzato dall’ingresso di nuove energie, Anna Maria Tringali si pone alla guida di una forte e coesa squadra di governo del Comune di Palizzi, che, con entusiasmo, coinvolgimento ed attiva partecipazione, mira alla crescita ed al benessere sociale ed economico, che mette al primo posto la garanzia dei servizi essenziali alla comunità, purtroppo, oggi inefficienti o mancanti.

Tra i cittadini più popolari ed attivamente impegnati nella comunità di Palizzi, già da quando, adolescente, era volontaria a Casa Emmaus, la dottoressa Anna Maria Tringali è dirigente medico al Pronto Soccorso del Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria, con una notevole formazione universitaria. Infatti, è laureata anche in scienze politiche ed in giurisprudenza. La passione, il senso del dovere e dell’altruismo sono le caratteristiche che fanno di Anna Maria Tringali la migliore guida per Palizzi.

L’impegno per il territorio, l’attenzione per le singole persone e per le famiglie sono i capisaldi del suo agire quotidiano, che saranno anche le fondamenta di un concreto programma di azione per gli anni a venire. “L’obiettivo, dichiara la candidata a sindaco Anna Maria Tringali, è quello di trasformare il paese che amiamo, nel paese che vogliamo, iniziando dai servizi elementari di civiltà, quali il drammatico problema dei rifiuti, i rubinetti delle case senza acqua e la  manutenzione delle strade interne, che saranno efficacemente ed immediatamente garantiti. La buona amministrazione, oggi più che mai, dipende dalle capacità degli amministratori di saper pianificare, programmare e progettare, per ricevere finanziamenti adeguati alle necessità della popolazione e del territorio amministrati. Gli strumenti ci sono, ma servono le competenze adeguate, quelle che noi abbiamo. Nel recente passato, Palizzi è risultata beneficiaria di numerosi finanziamenti, che avrebbero consentito la ripresa in alcuni settori cruciali, quali la raccolta differenziata e l’isola ecologica, l’ammodernamento ed il completamento della sistema integrato della depurazione, l’opera di presa nella fiumara Palizzi con l’adeguamento del sistema di approvvigionamento e di fornitura dell’acqua potabile. Probabilmente, parte di questi finanziamenti sono stati revocati, ma si avrà certamente modo di recuperarli. Noi lavoreremo ad un organico e complessivo progetto di recupero dell’identità e dello sviluppo locale, da perseguire con eventi per valorizzare tutto ciò che “È Palizzi”: enogastronomia, storia e tradizione, mare e turismo, ma anche all’introduzione o alla prosecuzione di progetti innovativi, per fare di Palizzi esempio di accoglienza, efficienza, servizi e decoro”.