Tutti i risultati delle elezioni regionali

1104

Dopo aver comunicato la vittoria di Roberto Occhiuto e del suo gruppo in queste elezioni, per il rinnovo del consiglio regionale della Calabria, cerchiamo di individuare i consiglieri eletti nella circoscrizione Sud.

Questi dovrebbero essere i seggi assegnati per le coalizioni e i candidati.

Analizzando i seggi, bisogna rilevare che sono stati assegnati alla circoscrizione nord 12, 10 al centro e 7 al sud, oltre l’elezione automatica per il secondo candidato a presidente Amalia Bruni. Mentre prendono 20 consiglieri i gruppi di maggioranza e 10 quelli di minoranza.

Roberto Occhiuto, che guidava la coalizione del centro destra, ha ottenuto 431,675 voti che corrisponde al 54,46%

Questo, invece, il risultato dei partiti che lo sostenevano.

Forza Italia con 131882 voti che equivalgono al 17,31% conquista 7 seggi al prossimo consiglio regionale, di questi 2 nella nostra circoscrizione, che sono Arruzzolo e Mattianni. Non c’è l’ha fatta, invece, Mimmo Giannetta.

Segue Fratelli d’Italia con 66,277 voti che equivalgono all’8,70% conquista 4 seggi, di cui 1 seggio in provincia che va a Peppe Neri. Rimane fermo, al secondo posto, il sindaco di Locri, Giovanni Calabrese.

La lista Lega Salvini Calabria con 63,459, che corrisponde al 8,33%, si aggiudica 4 seggi di cui solo 1 in provincia che va a Giuseppe Gelardi.

Forza Azzurri, la seconda lista di Forza Italia, prende 61,828 voti che valgono l’8,11% e assegnano 2 seggi, di cui uno proprio nella Locride con la riconferma di Giacomo Crinò. Mentre rimango fuori Raffaele Sainato, consigliere regionale uscente e Pierpaolo Zavettieri, sindaco di Roghudi.

Coraggio Italia, la lista creata da Toti, ha preso 43,159 voti che equivalgono a 5,66% percentuale che ha permesso l’elezione di 2 consiglieri, tra cui il cauloniese Salvatore Cirillo.

L’Unione di centro è riuscita a raccogliere 34,923 voti che equivalgono al 4,58%, che fa scattare anche per loro il quorum che determina un seggio.

Infine, per il centro destra il movimento di Lupi Noi con l’Italia raggiunge il risultato di 23,138 voti che corrispondono al 3,04% per cui non raggiunge il quorum e non riesce ad eleggere nessun consigliere.

Mentre per il centro sinistra tra le liste che appoggiavano la Bruni che prende 219,389 voti con il 27,68% di percentuale, vanno a quota quorum solo il PD e il Movimento 5 stelle.

Il PD porta a casa 100,437 voti che equivalgono al 13,18% per cui prendono 5 consiglieri, ma solo 1 in provincia di Reggio Calabria, Nicola Irto, che si conferma leader provinciale.

Mentre il Movimento 5 stelle prende 49,414 voti che corrispondono al 6,48%, che gli danno diritto a due consiglieri, ma nessuno nella nostra circoscrizione.

Nelle liste che hanno sostenuto la candidatura di De Magistris, che prende 128,204 voti che corrispondo al 16.17%, emerge solo la lista De Magistris presidente che raggiunge 39,338 voti che corrispondono al 5,16%, anche per loro 2 consiglieri che però vanno nelle altre province.

Ultimo è arrivato Mario Oliverio che ha preso 13,440 voti che corrispondono 1,70% per cui non elegge nessun consigliere. Un ceffone elettorale per il sottoscritto.