Ci scrive il sindaco di Marina di Gioiosa Jonica, Geppo Femia

930

Ci scrive il sindaco di Marina di Gioiosa Jonica, Geppo Femia, sulla vicenda da noi riportata della chiusura prima e della apertura poi dello storico “Blue Dahila” fondato e gestito dal famoso Ruggero Malgeri
Buongiorno a tutti. Questo non è, purtroppo un luogo comune, ma nella vicenda, la palese dimostrazione di in modo, di un convincimento feudale profondo che innerva l’agire di buona parte di quella che crede di essere classe dirigente e che altro non è invece, che la discendenza, culturale e non, del ceto parassitario, devoto alla raccomandazione, che ha distrutto il nostro SUD e fatto crescere la forza della malavita organizzata, alla quale spesso si è rivolta e si rivolge. Ciò detto, per noi che pratichiamo e crediamo in altri valori ed alla possibilità di ridare dignità e forza alla nostra terra. Rebus sic stantibus, diciamo che: il limite ciceroniano alla nostra pazienza, ed alla nostra ragione l’ha disegnato il Tribunale Amministrativo Regionale di Reggio Calabria, con il decreto emesso “inaudita altera parte” il 29.7.2022 e pubblicato il 30.7.2022 (che di seguito integralmente alleghiamo) e non sottoposto all’attenzione del commissario tributario, (così come alla vostra) che ha emesso il suo temporaneo libello senza essere a conoscenza del diniego del Giudice Amministrativo alla richiesta di sospensione avanzata dalla ditta Futura. Per opportuna e doverosa conoscenza superando la riservatezza ed il silenzio che ci eravamo imposti, lo poniamo alla vostra attenzione, avete tutto il diritto di essere informati e non presi per i fondelli. Ciò detto, mi auguro che non sia per voi disturbante pensare, mentre gustate un drink sotto il vostro ombrellone, che con i parecchi quattrini “dell’incontestabile posizione debitoria” in questione come affermato dal Giudice Amministrativo, si sarebbero potute fare e si faranno -perchè non ci siamo fermati e non ci fermeremo qui- molte cose, anche in ordine alla raccolta differenziata dei rifiuti e ad altri servizi essenziali dei quali il nostro comune e la nostra comunità necessitano.

Grazie! Qualcuno che paga, anche privandolo dei servizi ai quali ha diritto, ci sarà sempre. Stiamo provando a far si che ciò non si verifichi più, mai più!

 

Il sindaco di Marina di Gioiosa Jonica

Geppo Femia