A colloquio con i ragazzi degli anni ’80 e ‘90, Andrea

183

Continuano le nostre interviste ai ragazzi della Locride che hanno deciso di rimanere nella loro Terra, contribuendo con le loro attività allo sviluppo del territorio. Questa settimana abbiamo messo a confronto due decenni diversi: anni ’80 e ’90, grazie alla disponibilità di Enrico Cusenza, nato il 26 aprile 1983 e Andrea Muià, nata il 20 aprile 1992.

Andrea

 Descrivi il tuo lavoro.

Portare avanti un tesoro di famiglia, che dal 1957 offre una buona colazione a tutti e non solo, questo tesoro oggi si chiama “I cornetti”.

Anni ’90 – ‘00: musica, cartoni animati, serie tv, quali ricordi riaffiorano nella tua mente?

Spice Girls: le mie cantanti preferite all’epoca, tutte donne con carattere!

Com’era la vita prima dei social e del telefono sempre in mano?

Ho vissuto un’adolescenza senza social, dove sicuramente la vita era molto più reale!

Quali sono gli aspetti positivi e negativi confrontando la tua generazione con quella di adesso?

Sicuramente la cosa negativa è un distacco di valori. Quella positiva, indubbiamente, è essere in qualsiasi parte del mondo in un attimo.

Arriviamo ad oggi. Come ti piace trascorrere il tuo tempo libero?

Amo viaggiare, ciò che preferisco fare di più nel tempo libero, in questo momento un po’ meno visto la situazione.

Quali sono i tuoi locali preferiti e soprattutto la Locride ti soddisfa sotto questo aspetto?

Mi piacciono i posti che mi fanno sentire a casa, le atmosfere fancy e fare cene e pranzi in locali opzioni Glutenfree. Fortunatamente nella Locride ho trovato molti locali che offrono questo servizio, quindi su questo sono soddisfatta.

Quali sono le tue aspirazioni per il futuro?

Far crescere la mia attività e fare assaggiare a più persone possibili il mio cornetto!

Pensi che la Locride sia il posto giusto per realizzare i tuoi sogni?

Si, la Locride mi ha offerto tanto e mi ha dato l’opportunità di poter realizzare un sogno.