A Roccella arrivano il Gran Dragone e Ciccio Ne, ecco Fiabe per un Noi

212

Conoscete il Gran Dragone o Ciccio Ne il re della foresta? No? Avete la possibilità di incontrarli e di scoprire il progetto Fiabe per un Noi giovedì 17 a Roccella Jonica. Ecco come la pandemia è stata lo stimolo per creare un progetto per i più piccoli, per aiutarli ad affrontare questo periodo con maggiore serenità

Chiusi in casa non è stato semplice per nessuno, ma per i bambini questo periodo è stato particolarmente difficile da sopportare. Per regalare ai più piccoli degli spazi di normalità e un pizzico di magia è nato un progetto molto particolare, Fiabe per un Noi.

Storie di draghi, di leoni ciccioni, con incursioni di fare ed elfi, un mondo colorato e pieno di emozioni raccontato da Antonella Iaschi in 17 fiabe e illustrato da 18 artisti provenienti da Emilia Romagna, Calabria e Friuli Venezia Giulia. Le favole saranno raccolte in 9 volumi e saranno pubblicate dalla casa editrice Radici Future di Bari. Il progetto è stato realizzato grazie al PoP Sezione Jonica in collaborazione con: Casa Editrice Radici Future, Lions Club Roccella Jonica 108 Ya, Associazione culturale Tratti in Libertà, Eurocoop servizi “Jungi Mundu”, ANPI sezione di Siderno, al Comitato Genitori di Camposanto, Miss…ione Matterello, Libreria MAG di Siderno e ai ragazzi della Dogana di Roccella Jonica.

Fiabe per un Noi, com’è nata l’iniziativa

“Le fiabe sono l’unico spazio tempo dove fuggire”, questo Haiku è stato il motore che ha innescato la fantasia dei membri del Progetto Ottobre in Poesia, un’associazione culturale di Sassari, promotrice di questa iniziativa. In Calabria hanno aderito a questo progetto i comuni di Camposanto, Camini e Roccella Jonica.

Gli artisti calabresi che hanno collaborato al progetto Fiabe per un Noi sono Mariella Costa,
Maria Adele Longo, Carmen Ebanista, Osias Andrè (pittore ospite del Mozambico residente in Portogallo). Inoltre Francesco Tullio Altan ha regalato un suo disegno per arricchire le pubblicazioni, diventando il padrino di questa idea.

La lettura della Favole a Roccella Jonica

Il progetto prevede anche delle esposizioni delle opere realizzate, in queste settimane Roccella Jonica sta ospitando diverse iniziative collegate proprio a Fiabe per un Noi con prestazioni e letture dal vivo delle storie per i più piccoli. Ecco il calendario completo:

  • 10 giugno Scuola dell’infanzia – plesso Giardini – letture e laboratorio creativo a cura di Carmen Bagalà
  • 11 giugno Scuola Dell’infanzia – plesso Cannolaro – letture e laboratorio creativo a cura di Carmen Bagalà
  • Giovedì 17 in piazza Dogana dalle ore 17,30 alle ore 19,30 “Fiaba per un deserto” edizioni Radici Future – voce narrante Rossella Scherl
  • Giovedì 24 in piazza Dogana dalle ore 17,30 alle ore 19,30 “Il leone Ciccio Ne” edizioni Radici Future – voce narrante Rossella Scherl

Ciccio Ne il re della foresta e Gran Dragone hanno in comune i colori caldi dell’Africa coi quali Roberto Taverna e Osias André li hanno immaginati e qualche problemino di relazioni. Che poi sono sentimenti ed emozioni che abbiamo provato tutti di persona o per mezzo di altre persone.
L’ingordigia e la prepotenza di un re leone, la timidezza che si sfoga in rabbia di un drago solitario sono cose comunissime che nella realtà possono fare anche molto male, ma visto che i personaggi delle favole alla fine vivono quasi tutti felici e contenti, in queste due fiabe intervengono la Saggezza, l’Amicizia e l’Amore e tutto si sistema.

Iniziative benefiche per i giovani in difficoltà

La solidarietà è uno degli elementi che ha contraddistinto tutta la realizzazione di questa idea e proprio in quest’ottica di collaborazione e valorizzazione delle attività dei territori la realizzazione delle cornici dei quadri che conterranno le opere degli artisti è stata affidata al laboratorio di falegnameria della Cooperativa “JUNGI MUNDU” di Camini.

Il compenso per le cornici sarà devoluto per l’acquisto di giubbotti catarifrangenti per i migranti che lavorano nei campi della Piana di Gioia Tauro. E in un secondo momento le opere realizzate saranno messe all’asta e i fondi raccolti saranno destinati alla creazione di due borse di studio per ragazzi in difficoltà della Comunità Luigi Monti di Polistena.

La residenza per gli artisti

Nel 2022 a conclusione del progetto dovrebbe svolgersi anche una residenza artistica che riunirà tutti i disegnatori che hanno partecipato a questa iniziativa e gli altri artisti, organizzatori e promotori del lavoro collettivo per realizzare un grande murale.