Alessia Principe vince il premio letterario “Storie di Sport”

46

“Dai diari mai scritti di Johann Trollmann (1907- 1944). Fu pugile danzante”. Inizia così il racconto “9841” della giornalista e scrittrice Alessia Principe che, con la storia ispirata al pugile soprannominato Rukeli, ha vinto la sesta edizione del premio letterario nazionale “Storie di Sport”, organizzato nell’ambito del Festival Rocky Marciano, svoltosi a Ripa Teatina, in provincia di Chieti.

«È la prima volta che a vincere questo premio è una donna – ha detto il sindaco di Ripa Teatina, Roberto Luciani. Siamo molto contenti di consegnarlo ad Alessia Principe che ha saputo raccontare questa storia in modo così intenso».

Alessia Principe, cosentina, è autrice del romanzo “Tre volte” (Bookabook) e tra le altre cose ha firmato con Luigi Veneziano la sceneggiatura del docu-film “Il sogno di Jacob” sulla vita di Nik Spatari. I suoi racconti sono comparsi su riviste letterarie come “Malgrado le mosche”, “Risme”, “Carie”, “Biblon” e nella raccolta “Come salmoni” (lorem Ipsum).

«C’è l’anima scura di chi è stato capace di compiere delle atrocità inenarrabili e poi c’è quella bianca, forte, che combatte finché ha fiato in corpo. Rukeli ha resistito, ha tenuto la guardia alta e le gambe danzanti anche se intorno a lui non c’era altro che morte e umiliazione e strazio, e non è mai andato al tappeto. Non sono riusciti a cancellarne la memoria e il ricordo, ed è quello che conta davvero, quello che resta di noi- ha detto emozionata Alessia Principe-. Voglio ringraziare tutti: la giuria, il pubblico, gli organizzatori, l’amministrazione di Ripa Teatina e un pensiero speciale lo dedico ai lettori».

Il Premio è organizzato dalla Scuola Macondo con il patrocinio del Comune di Ripa Teatina, in omaggio al campione di boxe americano originario di Ripa Teatina.

La manifestazione, presentata dallo scrittore Peppe Millanta, gode inoltre del patrocinio della Regione Abruzzo e del CONI.