fbpx
mercoledì, Febbraio 28, 2024
spot_img
HomeApprofondimentiAmici della Musica, a Catanzaro il duo Sergio Messina e Marino Nicolini

Amici della Musica, a Catanzaro il duo Sergio Messina e Marino Nicolini

Sarà un’atmosfera d’incanto capace di regalare emozioni memorabili. La suggestiva formazione composta da Sergio Messina, al violino, e Marino Nicolini, al pianoforte, venerdì 19 gennaio, alle ore 18:00, nella Sala Concerti di Palazzo De’ Nobili di Catanzaro, si esibirà in un concerto dalle molteplici sfumature. L’evento, organizzato dall’Associazione Amici della Musica, aderente ad AMA Calabria, è finanziato con risorse PAC 2014/2020 erogate ai sensi dell’Avviso Pubblico ad esito dell’Avviso “Attività Culturali” emanato dalla Regione Calabria – Dipartimento Istruzione Formazione e Pari Opportunità – Settore Cultura”.
«Ancora un concerto degno di attenzione – ha dichiarato la presidente Daniela Faccio – con una proposta musicale affascinante. Il duo Messina e Nicolini continua la tradizione che da anni caratterizza le stagioni musicali organizzate dalla nostra Associazione con AMA Calabria. I due virtuosi sono conosciuti per la loro grande cifra stilistica, che verrà confermata durante questo concerto».
Grazie ad un’eccellente sintonia nell’approccio stilistico-musicale i due musicisti metteranno in evidenza un perfetto equilibrio durante la loro esibizione. Sergio Messina e Marino Nicolini confermeranno di essere attenti nel restituire la giusta identità alle loro performance, frutto di un raro equilibrio sonoro, che li contraddistingue nell’essere un autorevole punto di riferimento nel panorama musicale classico.
Nel concerto di Catanzaro la complicità, l’affinità e la condivisione del repertorio scelto sarà il punto di forza di una serata che include due capolavori assoluti della musica da camera, alla quale hanno dedicato gran parte della loro attività concertistica, come la “Sonata n. 2 in La minore per violino e pianoforte, op. 137 n. 2, D. 385” di Franz Schubert e, soprattutto, la “Sonata in La maggiore per violino e pianoforte” di César Franck.
Maggiormente legate alla tradizione popolare le “Danze rumene” di Béla Bartók e la “Danza
ungherese n. 1 in Sol minore” di Johannes Brahms, sono pagine indimenticabili che
condurranno gli spettatori in un viaggio senza tempo. Sarà possibile assistere al concerto “Da Bach a Chiambretti” di Andrea Bacchetti con l’abbonamento sottoscritto per l’anno 2023-2024 oppure con l’acquisto del biglietto d’ingresso in vendita prima del concerto.

PROGRAMMA
Franz Schubert
Sonata n. 2 in La minore per violino e pianoforte, op. 137 n. 2, D. 385
Allegro moderato
Andante
Menuetto. Allegro.Trio
Allegro
Béla Bartók
Danze rumene
Jocul cu bâtă (Danza del bastone) – Energico e festoso
Brăul (Danza della fascia) – Allegro
Pe loc (Danza sul posto) – Andante
Buciumeana (Danza del corno) – Moderato
Poargă românească (Polka rumena) – Allegro
Măruntel (Danza veloce) – Allegro
Măruntel (Danza veloce) – Più allegro
Johannes Brahms
Danza ungherese n. 1 in Sol minore
César Franck
Sonata in La maggiore per violino e pianoforte
Allegretto ben moderato
Allegro
Recitativo-Fantasia: Ben moderato. Largamente con fantasia
Allegretto poco mosso

- Spazio disponibile -
- Spazio disponibile -
- Spazio disponibile -
ARTICOLI CORRELATI
- Spazio disponibile -

Le PIU' LETTE

- Spazio disponibile -