fbpx
venerdì, Febbraio 23, 2024
spot_img
HomeattualitàCatanzaro: prelievi a domicilio senza far pagare il ticket, 6 indagati

Catanzaro: prelievi a domicilio senza far pagare il ticket, 6 indagati

La Procura di Catanzaro ha notificato, a sei persone, la chiusura indagini con accuse, a vario titolo, di peculato e truffa.

Gli indagati, infatti, effettuavano analisi del sangue, con prelievi a domicilio, all’insaputa dell’Azienda ospedaliera Pugliese-Ciaccio di Catanzaro, utilizzando il materiale sanitario dell’ospedale per effettuale i prelievi (aghi, siringhe, garze, provette) e le apparecchiature per processare i campioni di sangue.

In particolare sono coinvolti Luigi Longo, 61 anni, infermiere nel reparto di Malattie infettive e Francesco Cropanese, 60 anni, ausiliario assegnato al laboratorio analisi. A trarre giovamento dal comportamento dei due sanitari, poiché non avrebbero pagato il ticket, sarebbero stati quattro privati.
Stando alle indagini dei carabinieri, in alcuni casi i due sanitari non facevano pagare la prestazione, in altri casi avrebbero ricevuto i soldi sena versarli.

Longo è anche accusato di falsità ideologica, perché avrebbe indotto in errore il pubblico ufficiale addetto alla registrazione degli utenti che eseguivano i prelievi nel laboratorio analisi del Pugliese-Ciaccio.

Secondo l’accusa, rilasciava le ricevute che attestavano falsamente che il prelievo di sangue era avvenuto in ospedale e non a domicilio.
 

- Spazio disponibile -
- Spazio disponibile -
- Spazio disponibile -
ARTICOLI CORRELATI
- Spazio disponibile -

Le PIU' LETTE

- Spazio disponibile -