C’è vita nella Locride?

156

Ecco il racconto di quest’anno di covid fatto da 6 tra ragazzi e ragazze del nostro territorio su quest’anno di pandemia, sulle restrizioni e sul futuro

Cosa sognano di poter tornare a fare i ragazzi? Quali sono le paure e le angosce nate con la pandemia e i lockdown? Sono molto arrabbiati e stanchi i giovani della Locride. Ecco il racconto di quest’anno di covid fatto da 6 tra ragazzi e ragazze del nostro territorio che frequentano i maggiori Licei locresi, con una riflessione sul ruolo delle donne del nostro Giuseppe Clemente che li ha intervistati.

Ecco un estratto dell’articolo:

La scuola è stata bistrattata dai Governi che in questo anno si sono succeduti, è stata messa in secondo piano, come se la formazione dei giovani non fosse qualcosa da garantire senza formule di circostanza o giustificazioni. Per questo, abbiamo pensato di intervistare 3 ragazzi (Rappresentanti d’Istituto dei Licei locresi e alla Consulta Provinciale degli studenti) e 3 ragazze: Carmelo Macri e Benedetta Borrello per i Licei Mazzini; Luca Tropea e Marialaura D’Agostino per lo Zaleuco e Francesco Procopio e Amelia Serafino per il Liceo Classico.

Per leggere l’articolo integrale vai in edicola o scarica il nuovo numero della Riviera a questo link –> https://bit.ly/3w1vIRT