Centenaria a Locri

13

Ha appena compiuto 100 anni Maria Ferrari, nata il 23 aprile del 1921. L’evento è stato salutato dalla sorella Luisa (di anni 94) con lei convivente, dalle figlie Francesca, Valeria, Wanda ed Enrica; dai generi, dai nipoti e dai pronipoti in linea retta, nonché dai nipoti e pronipoti ex fratres.

Nata a Gerace da Domenico Ferrari (che è stato sindaco della cittadina negli anni 20) si è trasferita, dopo il matrimonio con l’avvocato Vincenzo Buccisano, a Locri e qui ha sempre abitato. Molto stretto, però, è rimasto il legame con i luoghi di origine, dove è ritornata spesso, anche solo per trascorrere le vacanze estive, finché la salute glielo ha consentito. Ai figli e nipoti ha trasmesso, con arguzia ed ironia, un patrimonio di ricordi e avvenimenti che hanno avuto per protagonisti la sua famiglia, le amicizie di una vita e la comunità geracese del secolo scorso. La lunga vita di Maria è stata interamente dedicata alla famiglia alla quale, insieme al marito, non ha mai fatto mancare nulla, compiendo ogni sforzo affinchè le figlie prima, ed i nipoti poi crescessero nel migliore dei modi, avvolti dall’affetto, pur nel necessario rigore finalizzato ad una educazione e retto vivere. Credente e timorata da Dio, ha saputo coniugare in valori della religione con quelli della laicità e della modernità, riuscendo a comprendere i cambiamenti avvenuti in questi 100 anni di vita. Ha amato sempre leggere, ed ha sempre seguito gli eventi culturali e in lei affiorano, spesso, echi di un passato costellato di tale ricchezza.

I figli  e nipoti hanno sempre trovato nella nonna una spalla alla quale appoggiarsi, ed un porto sicuro al quale approdare nei momenti difficili per avere consigli e conforto. Il suo sorriso ha accompagnato e accompagna tuttora le sue giornate, contagiando tutti quelli che le sono vicini.

Quando le hanno parlato dei preparativi per festeggiare i suoi 100 anni ha esclamato: “Me li porto bene, allora! E poi se penso che altri sono costretti a letto, non mi posso proprio lamentare.”