Coronavirus, caso di variante indiana a Reggio Calabria

218

I laboratori dell’Asp di Reggio Calabria hanno isolato il caso della variante “delta”. «non vi è alcun rischio» afferma il capo dipartimento di prevenzione Sandro Giuffrida.

Il caso

Nei giorni scorsi è stato individuato una caso di variante indiana o “delta”, un uomo di età media, prontamente isolato dai laboratori dell’Asp di Reggio Calabria. La variante si sta lentamente diffondendo in tutta Italia, ma l’ottima organizzazione e competenza delle aziende sanitarie fanno ben sperare.

«Si tratta di un caso isolato – spiega il dott. Giuffrida, direttore del dipartimento di prevenzione dell’ASP reggina – E’ stato messo in isolamento immediatamente e non si sono verificati casi successivi. Al momento la situazione è sotto controllo e non sono stati riscontrati contagi ulteriori. Si trova a casa in isolamento per cui non dovrebbero esserci casi secondari. E’ bene specificare come il singolo caso non ha dato luogo a focolai».

«Nei soggetti ai quali è già stata la doppia dose c’è una maggiore protezione. Non abbiamo al momento dati scientifici certi – prosegue Giuffrida – per cui non possiamo dare informazioni dettagliate ma possiamo confermare che c’è una buona protezione nei soggetti che hanno fatto la seconda vaccinazione. In particolare la doppia dose Pfizer dovrebbe proteggere al 70% sulla variante indiana».