Cosenza: detenuto muore in carcere

433

Questa mattina, nella casa circondariale “Sergio Cosmai” di Cosenza è morto, a causa di un malore, il detenuto Pasquale Francavilla, 46 anni, condannato in via definitiva per “Apocalisse”. La procura ha aperto un’inchiesta.

Secondo quanto si apprende, Francavilla, condannato in via definitiva nel processo “Apocalisse”, stava scontando gli ultimi 10 mesi di pena, ma da tempo il suo quadro clinico era incompatibile con il regime carcerario.

Nel mese di agosto, infatti, l’uomo è stato colpito da una trombosi a una gamba che ha determinato il suo trasferimento d’urgenza dalla casa circondariale all’Annunziata dove i medici, in extremis, sono riusciti a salvargli la vita. Dopo un periodo trascorso in terapia intensiva, due giorni fa l’ospedale ha deciso di dimetterlo.

Il suo legale aveva chiesto che il suo assistito potesse rimanere ancora in corsia, assegnato magari ad un altro reparto, o in alternativa andare ai domiciliari. La sua istanza, però, non ha trovato accoglimento, pertanto l’uomo due giorni fa è ritornato in carcere. Purtroppo, questa mattina, l’uomo ha perso la vita.

L’ufficio, guidato da Mario Spagnuolo, ha già disposto l’autopsia che sarà eseguita domani dai medici legali nominati dal pm Giuseppe Cozzolino. All’esame prenderanno parte anche i consulenti di parte indicati da Scarpelli.