Covid, da oggi Calabria in zona bianca: le regole da seguire

42

Addio coprifuoco e restrizioni più leggere, la calabria diventa per la prima volta zona bianca. Tutta Italia diventa zona bianca, eccezione per la Valle d’Aosta che rimane arancione. Le regole in vigore da seguire. Visto i dati dell’andamento epidemiologico sono sempre più confortanti, dopo poco più di sette mesi in Calabria non ci saranno più limitazioni orarie degli spostamenti. Nino Spirlì, il presidente della regione, ha infatti firmato due ordinanze riguardanti la zona bianca e il green pass.

Le regole e nuove aperture

  • Niente più limiti orari, quindi è possibile spostarsi senza valida motivazione.
  • Ristoranti, bar e altri locali di ristarazione potranno rimanere aperti, non ci saranno limiti nemmeno per la vendita di cibo e bevande ad asporto e domicilio. Nessuna limilitazione anche per il numero di persone ai tavoli all’aperto, mentre al chiuso il massimo raggiungibile è di 6 persone a tavolo, salvo che siano tutti conviventi.
  • Riaprono le piscine, parchi divertimento, centri benessere e termali,fiere, grandi manifestazioni fieristiche, congressi e convegni; eventi sportivi aperti al pubblico che si svolgono al chiuso, sale giochi e scommesse, corsi di formazione, sale bingo e casinò, centri culturali, centri sociali e centri ricreativi.
  • Sarà possibile fare visita ad amici e parenti spostandosi in sei persone oltre ai figli minori e ad eventuali disabili.
  • I banchetti, dopo le cerimonie civili e religiose, saranno consentiti ma con green pass, ovvero la certificazione verde che si rilascia dopo la vaccinazione, oppure dopo la guarigione da Covid-19 oppure ancora in presenza di un tampone negativo nelle 48 ore precedenti l’appuntamento.
  • Le discoteche potranno aprire dal primo luglio, per partecipare alle feste sarà necessario essere muniti del green pass.

Resta il divieto di assembramento e l’obbligo di mascherina, sia all’aperto sia al chiuso.