Droga, 400 kg transitati da Gioia Tauro sequestrati in Kosovo

448

La Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria, retta da Giovanni Bombardieri, ha disposto l’esecuzione di una consegna controllata, su un carico partito da Santos, in Brasile e destinato a Durazzo, in Albania, transitato dal porto di Gioia Tauro. Il container trasportava al suo interno 400 kg di cocaina, che alla scansione al porto calabrese erano stati rilevati e segnalati.

La DDA reggina ha disposto il fermo di 25 persone al suo arrivo in Albania, 5 sono state arrestate. 7 sono state accusate di traffico internazionale di droga, tra i fermati operai, impiegati e autisti dell’azienda “Mc Food”, destinataria del carico, ufficialmente di carne di pollo. Grazie a un gps installato sul furgone che stava trasportando i panetti nei Balcani, la polizia kosovara, albanese e la Guardia di Finanza italiana sono riusciti a ricostruire il percorso della droga e ad arrestare l’autista del camion, che avrebbe trasportato la cocaina a sua insaputa. La merce avrebbe fruttato circa 100 milioni di euro.