Gli alunni dell’istituto “Pascoli-Alvaro” sentono forte i valori della Repubblica

95

Giovedì, 2 giugno, Siderno ha festeggiato la Festa della Repubblica, in cui si ricorda il Referendum istituzionale con il quale gli italiani scelsero la Repubblica come forma di governo dopo la caduta del regime fascista.

Il programma di quella giornata ha visto alle ore 9.30 l’esibizione della Banda “Città di Siderno” per le vie cittadine. Alle 10.30, c’è stata la partenza del Corteo dal palazzo Comunale verso Piazza Vittorio Veneto, dove è stata deposta una corona d’alloro al Monumento ai Caduti di tutte le guerre. Tra le varie presenze, quella del dirigente dell’istituto comprensivo M. Bello -G.Pedullà-Agnana, Vito Pirruccio, sempre attento e sensibile alle varie tematiche del territorio.

A seguire, ci sono stati gli interventi degli alunni dell’istituto “Pascoli-Alvaro”, che hanno letto delle poesie, scritte da loro, grazie alle quali hanno espresso il loro pensiero e le loro riflessioni sulla nascita della Repubblica.

In particolare, Gilda, Greta e Francesca hanno dimostrato una profonda sensibilità e lo dimostrano i versi di cui sono stati protagonisti: “Lottando abbiamo conquistato la libertà, per costruire una nuova società”. E ancora: “Verde, bianco, rosso… sono i colori che amiamo, quelli della nostra bandiera”. Infine: “Gioiamo in questa terra d’incanto, soffermiamoci a guardare la sua bellezza e difendiamola con saggezza”.

Che dire…

Con la saggezza di questi ragazzi, il nostro futuro è in buone mani.