Green Pass obbligatorio dal 6 agosto, ecco cosa cambierà

265

Dal 6 Agosto per poter entrare in luoghi al chiuso e per consumare nei bar o nei ristoranti sarà richiesto il Green Pass. Il certificato vaccinale sarà necessario anche per frequentare palestre, teatri, cinema e per poter prendere parte (anche come pubblico) ad eventi sportivi o culturali.

Questa misura è stata decisa per poter porre un freno ai contagi da Variante Delta, un’evoluzione del virus più contagiosa e aggressiva delle precedenti. Si sta discutendo in queste ore di un nuovo Decreto legge per approvare delle nuove misure di contenimento ed evitare nuovi lockdown.

Il Green Pass si ottiene con la prima dose di vaccino o facendo un tampone rapido 48 ore prima dell’evento. Anche chi è guarito da meno di 6 mesi dal Covid può ottenere la certificazione.

Chi non ha ancora provveduto a vaccinarsi potrà farlo nei prossimi 15 giorni, lo stesso periodo è concesso alle attività per adeguarsi a questa nuova disposizione. Il Green Pass sarà obbligatorio per consumare al chiuso in bar e ristoranti, ma non sarà richiesto per brevi consumazioni al bancone. Oltre a palestre e piscine, si dovrà essere in possesso del certificato per poter andare a vedere mostre e concerti, per entrare in SPA e centri benessere e ricreativi. Anche per convegni e fiere, nei parchi a tema e nelle sale gioco vigerà l’obbligo, così come per prendere parte alle prove d’esame per i concorsi pubblici.

Per cinema e teatri ed eventi all’aperto gli spettatori potranno essere fino a 2.500 all’aperto e 1000 al chiuso in zona gialla, mentre in zona bianca la capienza all’aperto sarà di 5 mila persone e per i luoghi al chiuso (ovviamente autorizzati e a norma) il tetto massimo è di 2.500 persone.

Tra le decisioni prese c’è quella di prorogare lo stato di emergenza fino al 31 Dicembre 2021.

Le discoteche per quest’anno resteranno chiuse, ma sono previsti fino a 20 milioni come fondo per i rimborsi.

Per chi viola le regole ci saranno multe da 400 euro e fino a 1000 euro, sia per i gestori delle attività che per i clienti sprovvisti di Green Pass. Inoltre se si reitera la violazione il negozio, il ristorante o l’attività potranno essere chiuse fino a 10 giorni.

Fino al 30 settembre 2021 la somministrazione di test antigenici rapidi sarà assicurato a prezzi contenuti.

Oltre all’obbligo del Green Pass saranno introdotti dei nuovi parametri per l’ingresso delle Regioni nelle fasce di rischio con più restrizioni. Per passare in zona gialla sarà sufficiente che un’incidenza di contagi di 50 per 100mila abitanti, ma avranno un peso anche gli indicatori ospedalieri cioè l’occupazione delle terapie intensive e delle aree mediche. Quelli per entrare nella zona di rischio gialla sono fissati a 10% e 15% per le intensive e le aree mediche; 20% e 30% per entrare in zona arancione e 30% e 40% per le zone rosse.