Il palasport di Siderno apre le porte alla pallavolo femminile

366

Intervista a Domenico Panuccio, Presidente della Federazione Italiana Pallavolo Comitato territoriale di Reggio Calabria, in occasione delle partite del girone di Qualificazioni al Campionato Europeo di pallavolo femminile che si svolgeranno a Siderno dal 5 al 10 aprile 2022.

Organizzare un torneo di pallavolo a livello internazionale è un evento eccezionale. Cosa ha pensato quando le hanno formulato la proposta?

Era già nell’area il fatto che al Comitato territoriale di Reggio Calabria stava per essere assegnato un torneo internazionale, anche perché il torneo non doveva essere questo ma bensì l’Europeo Under 20 Maschile 12 nazioni da organizzare in collaborazione con il Comitato territoriale di Messina che poi all’ultimo si è tirato fuori, ed è saltata tutta l’organizzazione nelle due Città dello Stretto

 Dopo tutto il grande lavoro svolto, ormai si è arrivati alle battute finali. Come si sente alla vigilia di un torneo così importante?

Non le nascondo che sono teso, ma questo è normale quando sta per avvicinarsi l’inizio di un torneo del genere, saranno giorni di tensione e duro lavoro, ma sono anche convinto che tutto andrà per il verso giusto

L’evento sportivo che sicuramente sarà seguito a livello internazionale, darà una buona immagine della Locride?

 Questo è quello che tutti noi ci aspettiamo. Come Comitato abbiamo deciso di far svolgere questo torneo sulla Jonica perché le società della Jonica, a partire da Monasterace fino a Bova Marina per ogni paese della fascia jonica c’è una società affiliata alla FIPAV, hanno dimostrato negli anni impegno e dedizione verso questa disciplina, e poi cosa dire trovarsi davanti un paesaggio e un mare come quello di Siderno e dei paesi costieri limitrofi non è cosa di tutti i giorni per chi viene da fuori regione o da paesi stranieri.

 Entrando nello specifico, chi è la favorita tra le tre squadre e come si svolgono tutte le qualificazioni?

La nostra nazionale credo sia la favorita, veniamo da una medaglia di argento ai mondiali, la prima del girone passa credo che lo “scontro” determinante sarà tra Italia e Olanda, ma poi nel volley, mai dire mai

Cosa si aspetta da questo torneo?

Intanto mi aspetto il pienone di pubblico, mi aspetto che questa esperienza possa far avvicinare bambini e bambine al volley, mi aspetto che chi verrà da fuori possa rimanere impressionato della bellezza dei nostri paesaggi e del nostro mare e decida di ritornare

 Noi la conosciamo come presidente, ma il suo rapporto con la pallavolo quando è iniziato?

Il mio rapporto con la pallavolo è iniziato a metà degli anni 80 da atleta nella squadra del mio paese Cinquefrondi da allora io e la pallavolo non ci siamo mai divisi è stata una parte importante della mia vita, ho dato tanto alla pallavolo ma ho ricevuto tantissimo

 Quali sono state le più importanti soddisfazioni che ha avuto come presidente?

Le più importanti soddisfazioni sono state, quella di essere confermato per 2 mandati dopo la prima elezione, aver ottenuto il plauso da parte degli organi federali dopo aver organizzato nel 2015 L’Europeo Under 17 Maschile 6 nazioni a Cinquefrondi e Polistena, stessa cosa per quando abbiamo organizzato il TEST MATCH delle Nazionali Senior Italia e Australia, e poi di pochi giorni la notizia del riconoscimento ricevuto dal CONI della Stella d’Argento al Merito Sportivo

Vuole esprimere qualche parola di ringraziamento e di coinvolgimento per l’iniziativa in qualità di Presidente Territoriale Fipav Rc?

Di ringraziamenti da fare c’è ne sono un bel po’ partiamo dal Sindaco di Siderno e dal Consigliere delegato allo Sport Davide Lurasco, al Sindaco della Città Metropolitana Carmelo Versace, alla Vice Presidente della Regione Giuseppina Princi, tutti entusiasti per quello che stiamo organizzando, devo ringraziare tutte le società della Jonica che si sono messe a disposizione, ma un ringraziamento speciale lo devo fare a 2 persone in particolare che sono dirigenti della Polisportiva 1990, Nicola Stillisano e Domenico Sità insostituibili ed indispensabili, ed infine, alle aziende che hanno dato, per quello che potevano, il loro sostegno, sicuramente necessario ed essenziale