fbpx
mercoledì, Aprile 24, 2024
spot_img
HomeApprofondimentiIl tempo dei ricordi

Il tempo dei ricordi

Ripercorriamo, insieme, gli avvenimenti e i personaggi più importanti che hanno segnato la data del 30 Aprile.

Accadde che:

1945 (78 anni fa): Adolf Hitler ed Eva Braun si suicidano dopo essere stati sposati per un giorno. L’ultimo giorno del Fuehrer inizia all’alba del 30 aprile, nel bunker situato circa 8 metri sotto il giardino della cancelleria a Berlino, ormai contornata dalle macerie. Hitler ebbe dal generale Wilhelm Keitel, successivamente uno dei principali imputati a Norimberga, la notizia che distrusse le sue ultimissime speranze di poter infrangere l’assedio dell’Armata rossa. Solo a questo punto, prese la decisione definitiva di mettere fine alla sua vita. Nel pomeriggio, distribuì ampolline di veleno al suo personale: per verificare l’efficacia del veleno lo fece prima somministrare al suo pastore tedesco, decidendo però di non presenziare all’uccisione. Intorno alle 15.30, fu compiuto l’atto finale: Eva Braun ingerì il cianuro, Hitler si sparò. Febbrili speranze, crolli nervosi, ed esplosioni d’ira avevano caratterizzato le ultime settimane di vita del Fuehrer. Una settimana dopo, la Seconda guerra mondiale era finita, lasciandosi dietro distruzioni, sofferenze e massacri senza precedenti nella storia e un numero di vittime stimate tra i 55 e i 60 milioni, un conteggio dell’orrore che contiene anche l’abisso dell’Olocausto.

1977 (46 anni fa): si tiene la prima marcia delle Madri di Plaza de Mayo. Si tratta di un’associazione formata dalle madri dei desaparecidos, ossia i dissidenti scomparsi durante la dittatura militare in Argentina tra il 1976 e il 1983. L’associazione è dedita all’attivismo nel campo dei diritti civili ed è composta da donne che hanno tutte lo stesso obiettivo: rivendicare la scomparsa dei loro figli e ottenerne la restituzione, attività che hanno svolto e svolgono da oltre un trentennio. I figli delle madri di Plaza de Mayo sono stati tutti arrestati e tenuti illegalmente prigionieri (“desaparecidos”: letteralmente “scomparsi” in spagnolo) dagli agenti della polizia argentina in centri clandestini di detenzione durante annoverato come la guerra sporca, così chiamata per i metodi illegali ed estranei ad ogni diritto utilizzati dalla giunta militare, e la maggioranza di loro è stata prima torturata ed in seguito assassinata, e fatta sparire nella più assoluta segretezza. Il loro emblema, un fazzoletto bianco annodato sulla testa, è il loro simbolo di protesta che in origine era costituito dal primo pannolino, di tela, utilizzato per i loro figli neonati. Il loro nome è originato dal nome della celebre piazza di Buenos Aires, Plaza de Mayo, dove queste donne coraggiose si riunirono per la prima volta e da allora, ogni giovedì pomeriggio, esse si ritrovano nella piazza e la percorrono in senso circolare, attorno alla piramide che si trova al centro, per circa mezz’ora.

Scomparso oggi:

1883 (140 anni fa): muore, a Parigi, Edouard Manet pittore. Nato, a Parigi, il 23 gennaio 1832 èconsiderato il maggiore interprete della pittura pre-impressionista. Sin da giovane ha la passione per l’arte e vorrebbe intraprendere la carriera artistica, che non gli viene però permessa dal padre. Ma, dopo gli scarsi risultati scolastici, riesce a convincere il genitore a intraprendere quella strada. L’artista francese viaggia molto analizzando e studiando lo stile  utilizzato da Giorgione, Goya, Tiziano e Velazquez. Dal 1856, studia presso l’Accademie, dove conosce celebri artisti e numerosi intellettuali. Nel 1862, realizza una delle sue opere più famose, “Le déjeuner sur l’herbe”, che suscita numerose polemiche, perché giudicata scandalosa. Nel 1865, finisce di dipingere “Olympia” dipinto che viene esposto al Salon, generando giudizi ancora più negativi. Nel 1881 Manet inizia ad avere i primi riconoscimenti dal suo Paese, infatti, è insignito della Legion d’onore dalla Repubblica francese e premiato presso il Salon.

 

 

 

- Spazio disponibile -
- Spazio disponibile -
- Spazio disponibile -
ARTICOLI CORRELATI
- Spazio disponibile -

Le PIU' LETTE

- Spazio disponibile -