Il treno degli Dei

189

“Il treno degli Dei” niente di più romantico Un treno storico per portare i turisti da Lamezia a Reggio Calabria.

Sulla scia del successo del “Borgo dei borghi” si materializza un “romantico” viaggio indietro nel tempo. Dopo il prestigioso riconoscimento dato alla cittadina di Tropea, da Rai 3, è stata attivata una particolare linea ferroviaria che collega Lamezia a Reggio, facente tappa a Tropea. Un atto d’amore direi rilanciare in grande stile il “treno storico” delle Ferrovie dello Stato in Calabria, iniziando proprio dalla Costa degli Dei.

Non dimentichiamo, inoltre, che il 2021 è stato eletto come “l’anno europeo delle Ferrovie” ne conviene importanti iniziative di valorizzazione dei trasporti su rotaia, da quelli merci a quelli pendolari, alta velocità ed anche turistici».
“Il Treno degli Dei” Lamezia Terme Centrale-Reggio Calabria Centrale e ritorno, sulla tratta ferroviaria costiera Rosarno, via Tropea, sarà un’esperienza di valorizzazione del territorio. Un’esperienza indimenticabile, già a bordo delle vetture storiche, i turisti potranno degustare prodotti enogastronomici tipici del territorio, in prima linea la Cipolla di Tropea e la ‘nduja di Spilinga. Animazioni musicali e piccoli eventi nelle stazioni,
renderebbero l’esperienza a bordo, una delle più belle e affascinanti d’Italia e d’Europa.
Il progetto prospetta un’esperienza di viaggio che va dalla terza classe, con gli antichi sedili in legno, fino alla prima classe con sedili in velluto rosso, fedelmente ricostruiti.
Percorrerebbe l’ultimo tratto di Ferrovia Tirrenica Meridionale, rimasto totalmente allo stato d’origine, ovvero l’Eccellente-Rosarno via Tropea. Si tratta di un percorso ferroviario a binario unico elettrificato di infinita bellezza, ed interesse ingegneristico grazie alla presenza di storiche opere d’arte e fabbricati (ponti, gallerie, caselli e stazioni) perfettamente conservate. Un viaggio indietro nel tempo per la realizzazione del quale, ci si potrebbe avvalere di numerose possibilità di finanziamento, iniziando proprio dalle risorse messe a disposizione dal Ministero delle infrastrutture, relative proprio
alla valorizzazione del turismo lento, specie su rotaia. Ulteriore iniziativa tutta Calabrese,
“Viaggia in treno e scopri la Calabria” che verrà attivata lungo la linea Jonica non appena la situazione epidemiologica lo consentirà.

Il coinvolgimento dei Comuni, delle associazioni e degli altri enti operanti sul territorio, dei villaggi turistici, del Gal, porterebbe ad un successo dell’iniziativa senza precedenti.

Franco Barillaro