Il Vescovo Francesco Oliva riceve il Premio Nassirya

51

Giorno 9 novembre, il vescovo di Locri-Gerace, Francesco Oliva, ha ricevuto il Premio Nassiriya per la Pace 2021, grazie alla sua prodigalità nella diffusione della speranza, della fede, della cultura del dialogo e dell’accoglienza, caratteri indispensabili per la società della Locride. Oltre alla consegna del Premio, è avvenuta una commemorazione dei caduti di Nassiriya, alla presenza del Sottosegretario di Stato alla Salute, Pierpaolo Sileri e del Presidente della Commissione Difesa, Gianluca Rizzo.

Ieri, a Marina di Camerota (SA), il vescovo di Locri-Gerace, S.E. monsignor Francesco Oliva, assieme ad altre personalità che si sono contraddistinte per l’impegno a favore della pace, ha ricevuto il Premio Nassiriya per la Pace 2021. Questa è la motivazione della giuria: “Pastore instancabile, comunicatore di speranza e di fede in territori con alto tasso criminale. Per aver diffuso da sempre la cultura del dialogo e dell’accoglienza, indispensabili per ogni percorso di pace e valore assoluto dell’essere cristiano”.

Come ha spiegato il presidente Elaia, dell’Associazione Culturale, organizzatrice del premio, il giornalista reporter di guerra Vincenzo Rubano, il riconoscimento assegnato a monsignor Oliva “vuole essere un attestato di stima per l’impegno profuso in questi anni per la pace e per la legalità”.

Il Premio Nassiriya per la Pace, giunto all’ottava edizione, quest’anno è stato dedicato all’ambasciatore Luca Attanasio, ucciso lo scorso febbraio in un attentato nella Repubblica Democratica del Congo. Proprio per questo, sono stati presenti alla cerimonia di consegna dei premi la signora Zakia Seddiki e Salvatore Attanasio, rispettivamente la vedova e il padre dell’ambasciatore ucciso, a cui il Consiglio comunale di Camerota ha conferito la cittadinanza onoraria post mortem.

La manifestazione è stata aperta da un incontro lunedì pomeriggio al quale hanno partecipato Zakia Seddiki, Salvatore Attanasio, monsignor Francesco Oliva, don Gianni Citro, Vincenzo Nigro, Gerardo Antelmo e Vincenzo Rubano.

Ieri, invece, la giornata è stata caratterizzata da una commemorazione dei caduti di Nassiriya, alla presenza del Sottosegretario di Stato alla Salute, Pierpaolo Sileri (anch’egli tra le personalità premiate) e del Presidente della Commissione Difesa, Gianluca Rizzo; sono seguite l’alzabandiera e la deposizione della corona con l’esibizione della banda musicale della Nato.

Successivamente si è svolta la cerimonia di premiazione e nel pomeriggio una visita a bordo della nave “Natale De Grazia” della Guardia Costiera, nel porto di Marina di Camerota.