I sindaci della Locride a Parma

583

Dal 9 all’11 novembre si tiene a Parma la XXXVIII Assemblea annuale di Anci (#Anci2021).

Sindaci, amministratori locali da ogni parte d’Italia si ritrovano per discutere, confrontarsi e condividere esperienze, progetti e idee sulle principali questioni che riguardano i Comuni italiani, grandi e piccoli. Il confronto e il dibattito tra sindaci, amministratori locali e rappresentanti di aziende ed istituzioni, ruoteranno intorno alle sei missioni su cui si snoderà il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza: digitalizzazione, innovazione, competitività, cultura e turismo; rivoluzione verde e transizione ecologica; infrastrutture per una mobilità sostenibile; istruzione e ricerca; inclusione e coesione. Saranno presenti il Capo dello Stato Sergio Mattarella, per la settima volta durante il suo mandato, la presidente del Senato Maria Elisabetta Casellati, il presidente della Camera Roberto Fico e quello del Consiglio Mario Draghi. La rinascita dell’Italia, dopo il periodo buio della crisi pandemica non può non partire dai sindaci, poichè vivono a contatto con il proprio Paese. Saranno presenti anche undici ministri. L’apertura dei lavori è avvenuta a cura di Enzo Bianco, presidente del Consiglio nazionale Anci e inoltre saranno presenti anche undici ministri.

Presenti numerosi primi cittadini della Locride e per i neo eletti è stato il battesimo fuori le mura cittadine. Nella foto, che ci hanno fatto avere alcuni amici, si vedono il presidente del consiglio comunale di Locri, Miki Maio; il sindaco di Gioiosa Jonica, Salvatore Fuda; il Sindaco di Locri, Giovanni Calabrese; quello di Martone “mitico”, Giorgio Imperitura; il sindaco di Siderno, Mariateresa Fragomeni; la segretaria Criaco, l’assessore Pietro Sgarlato, l’ex sindaco di Gerace, Pino Varacalli con il genero, assessore di Locri, Peppe Fontana; la delegazione di Benestare, con in testa il primo cittadino Mantegna e l’assessore di Locri Vincenzo Panetta. Inoltre, sono stati avvistati anche il sindaco di Caulonia, Ketty Belcastro e la delegazione di Platì, guidata da Rosario Sergi.