La Calabria vola a Roma: il cantastorie Profazio torna sul palco

63

A Roma, giorno 14 maggio, sul palco dell’Auditorium Parco della Musica, torna in scena il grande cantastorie calabrese, Otello Profazio.
Il racconto di una vita dedicata al folk sul palco dell’Auditorium Parco della Musica
Il papà dei cantastorie del Sud arriva a Roma per una serata evento che rappresenta l’occasione per ripercorrere le tappe più importanti di una vita dedicata al folk. Sabato 14 maggio all’Auditorium Parco della Musica il grande Otello Profazio torna a calcare i palcoscenici nazionali con lo spettacolo dal titolo “Lectio magistralis”. Lo farà alla sua maniera, con la voglia di incontrare nuovamente il pubblico che, da oltre 60 anni, lo segue e lo apprezza “non per la sua voce, non per la sua chitarra, ma per quello che dice”. Prodotto nell’ambito del circuito Calabria Sona, il recital concerto racconterà una storia artistica che ha visto Profazio ritagliarsi il ruolo di apripista nella ricerca del patrimonio folk del meridione. Già vincitore del Premio Tenco alla carriera nel 2016, con la sua chitarra ha reso celebri brani, poemi e leggende della tradizione popolare. Ironia e dolore che si fondono, con un sottile equilibrio, tra versi da cui emerge un amore smisurato per la propria amata terra. Profazio arriva a Roma con due importanti novità nel cassetto: l’uscita di un nuovo disco di inediti, previsto per il prossimo settembre, e un libro “multimediale” con 100 e 1 “profaziate” da leggere e da “guardare”, edito da Italysona e LocalGenius. In occasione della serata nella Capitale, regalerà al pubblico curiosità e aneddoti sulla sua vita, la sua musica, i suoi tanti incontri artistici. Non mancheranno le tante storie comuni della gente più vera e sincera della nostra penisola che in tanti anni ha ascoltato, raccolto e reso fonte di ispirazione per dipingere l’Italia dal dopoguerra ad oggi, attraverso la più autentica tradizione della canzone popolare. Il racconto di una vita dedicata al folk sul palco dell’Auditorium Parco della Musica. Il papà dei cantastorie del Sud arriva a Roma per una serata evento che rappresenta l’occasione per ripercorrere le tappe più importanti di una vita dedicata al folk. Sabato 14 maggio all’Auditorium Parco della Musica il grande Otello Profazio torna a calcare i palcoscenici nazionali con lo spettacolo dal titolo “Lectio magistralis”. Lo farà alla sua maniera, con la voglia di incontrare nuovamente il pubblico che, da oltre 60 anni, lo segue e lo apprezza “non per la sua voce, non per la sua chitarra, ma per quello che dice”. Prodotto nell’ambito del circuito Calabria Sona, il recital concerto racconterà una storia artistica che ha visto Profazio ritagliarsi il ruolo di apripista nella ricerca del patrimonio folk del meridione. Già vincitore del Premio Tenco alla carriera nel 2016, con la sua chitarra ha reso celebri brani, poemi e leggende della tradizione popolare. Ironia e dolore che si fondono, con un sottile equilibrio, tra versi da cui emerge un amore smisurato per la propria amata terra. Profazio arriva a Roma con due importanti novità nel cassetto: l’uscita di un nuovo disco di inediti, previsto per il prossimo settembre, e un libro “multimediale” con 100 e 1 “profaziate” da leggere e da “guardare”, edito da Italysona e LocalGenius. In occasione della serata nella Capitale, regalerà al pubblico curiosità e aneddoti sulla sua vita, la sua musica, i suoi tanti incontri artistici. Non mancheranno le tante storie comuni della gente più vera e sincera della nostra penisola che in tanti anni ha ascoltato, raccolto e reso fonte di ispirazione per dipingere l’Italia dal dopoguerra ad oggi, attraverso la più autentica tradizione della canzone popolare.