La terza guerra mondiale

764

Il mondo, con lo scoppio della pandemia Covid 19, si appresta a uno stravolgimento inimmaginabile. Un gruppo di persone dalla grande ingerenza economica e politica si appresta a governare l’intero pianeta e ciò avverrà attraverso i metodi più subdoli e perversi

Le guerre non si fanno perché i popoli o le nazioni si vogliono bene, ma sono sempre state frutto di motivazioni di interesse economico e di potere. La Prima guerra mondiale, come anche la seconda, si sono verificate a causa di questa bramosia di potere. Infatti, la prima guerra avvenne non a causa del pretesto dell’uccisione dell’arciduca Francesco Ferdinando, erede al trono d’Austria-Ungheria, ma per l’ingordigia delle nazioni più forti di allargare il proprio dominio al di là del proprio territorio. È stata una guerra di trincea, lunga e sofferta, che si concluse con la vittoria della Triplice Intesa e la sconfitta della Germania. Questa guerra ha lasciato sul campo più di dieci milioni di morti e più di 5 milioni di mutilati, 4 milioni di vedove ed 8 milioni di orfani. La seconda è scaturita dalla mente diabolica di un uomo che voleva impadronirsi del mondo, sostenendo l’ideologia della razza superiore. Questa guerra ha fatto più morti della prima: si calcola una cifra superiore ai 51 milioni. Oggi, si parla della terza guerra mondiale, la quale non viene combattuta con gli aerei, cannoni, carri armati, navi e sommergibili, ma viene combattuta contro un nemico invisibile che è il corona virus. Sono trascorsi quasi due anni, da quando questo maledetto virus è iniziato a circolare, con una velocità incredibile in tutto il mondo, mietendo vittime, sia di età avanzata e sia di giovani e meno giovani. Si calcola, che tutt’oggi, le vittime della pandemia ammontano a 5 milioni. Come questo virus è entrato nella nostra vita rimarrà un mistero, come rimarrà un mistero il comportamento tenuto dalle autorità cinesi sullo sviluppo di questo virus. Un segreto ed una pandemia che ha stravolto la nostra vita che, da normale è diventata una segregazione, la quale ci fa convivere giorno dopo giorno con l’ansia e la paura della morte. Non credo alla storiella simpatica che il virus sia stato portato in Cina da un pipistrello, ma sono propenso a credere a ciò che ha scritto un famoso giornalista canadese di nome “Daniel Estulin”. Costui, nel suo libro, intitolato “La storia segreta dei padroni del Mondo”, ci racconta una storia che a noi profani sembra il frutto della fantasia di qualcuno che ha avuto la voglia di raccontarla solo per far piacere ai più piccoli. Al contrario, invece, è una storia che interessa tutti noi, sia per i suoi contenuti e sia per piacere di leggere questo interessante libro. Noi piccoli uomini che facciamo parte di questo pianeta spesso ignoriamo la realtà delle cose e non immagineremmo mai che in questo mondo esistono dei personaggi invisibili, di una tale spregiudicatezza da far rabbrividire qualunque individuo. Nel libro “La storia segreta dei padroni del Mondo” Estulin ci racconta che nel nostro pianeta esistono tre potentissimi gruppi di potere, che hanno la reale capacità di decidere il nostro destino ed il futuro dell’umanità. Il primo gruppo è stato creato da un signore chiamato Edward Mendall House nel 1919; costui era il principale consigliere politico del presidente degli Stati Uniti Wodrow Wilson che venne accusato di essere il vero manovratore dell’amministrazione Wilson. Al termine del mandato di Wilson avvenuto nel 1921: House, Rockfeller, Morgan, Rothscild, Andrew Carnegie hanno istituito il “Council Foreign Relations” (CFR). Fin da principio, il loro intento è stato quello di creare un governo unico mondiale, basato su un sistema finanziario centralizzato. Al primo meeting del CFR si ritrovarono gli appartenenti all’elite più ricca e blasonata degli Stati Uniti. Il quartiere generale si trovava o si trova a New York, nella Harold Prat House, una storica residenza situata all’angolo tra la Park avenue e la 68° strada. Questa residenza apparteneva a Joahn D. Rockfeller (capostipite della potente famiglia) che poi fece un lascito alla fondazione. Questo potentissimo club nel 2006 contava più di 4000 membri e con la sua influenza riesce ancora oggi a controllare le decisioni del governo degli Stati Uniti e di altre nazioni. Ne ha le capacità poiché controlla tutti i mezzi di informazione e di comunicazione come ad esempio: il New York times, il Wall street journal, il Washington post, la NBC, la CBS e poi l’ABC, ecc. ecc. Il secondo gruppo di potere è il gruppo “Bilderberg”, nasce nel 1954 sotto gli auspici della corona anglo-olandese e della potentissima famiglia dei Rockfeller e rappresenta il gruppo che è in grado di decidere la sorte ed il destino del nostro pianeta. Attorno a sé raccoglie e riunisce gli uomini più potenti e più ricchi del mondo. Il “Bilderberg” prese il nome di un lussuoso hotel dove per la prima volta si incontrarono le menti più rappresentative del mondo economico, politico, industriale e militare. Mentre il CFR opera solo negli Stati Uniti d’America, il “Bilderberg” opera in tutto il mondo ed il suo intento è quello di creare una comunità di intenti tra Europa e gli Stati Uniti, stipulando accordi strategici, politici, economici, finanziari per governare insieme il mondo. La NATO è lo strumento ideale per agire o reagire, in quanto fornisce a loro la possibilità di realizzare i loro piani di guerra o le loro politiche di ricatto nucleare. Il terzo gruppo si chiama la “Trilateral Commission” (TC). Questa è stata creata e finanziata nell’ anno 1973 da David Rockfeller, allora presidente della “Chase Manhattan Bank”. Appartengono a questo gruppo più di 100 persone, di cui 75 rappresentano il gruppo dell’America settentrionale. L’obiettivo del gruppo è quello di sfruttare la ricchezza concentrata nelle mani di pochi per poi estendere il loro controllo sul pianeta. Una cosa è interessante sapere e cioè che David Rockfeller è il comune denominatore di tutti i tre gruppi e non solo è anche il presidente emerito del CFR e fornisce il suo personale supporto continuo di finanziamenti a tutti e tre i gruppi. Trattasi di una organizzazione appartenente ad una elite egoista che protegge la propria ricchezza ed i propri investimenti a discapito delle nazioni del terzo e del quarto mondo. Le riunioni al “Bilderberg”, al CFR, alla Trilateral Commission si svolgono nel massimo segreto e nella massima sicurezza. Agenti della CIA, del Secret Intelligence Service, guardie del corpo, assicurano la tutela di tutti i partecipanti. Costoro sono tenuti al massimo riserbo e non possono comunicare all’esterno ciò che hanno assimilato alle riunioni. Ogni paese invia una delegazione di tre persone: un industriale, un notissimo uomo d’affari, un importante ministro, un senatore o l’editore di un periodico di rilievo, un politico di statura elevata. Quando si tratta di una riunione importantissima i membri di questi gruppi, sia effettivi che invitati ci sono tutti. Gli Stati Uniti inviano un numero maggiore di delegati in virtù delle loro dimensioni. I paesi più piccoli come Danimarca o Grecia possono contare al massimo su due delegati. Alla conferenza partecipano al massimo 130 delegati. Il 2 per cento arrivano dall’Europa, il resto dagli Stati Uniti e Canada, un terzo dei delegati fa parte di compagini governative o comunque del mondo politico, i restanti 2/3 provengono dall’industria, dalla finanza, dalla cultura, dal mondo del lavoro e dei mezzi di informazione. Le personalità più importanti di questi gruppi non sono solo coloro che hanno creato o fondato queste potentissime associazioni come: la famiglia della corona inglese, la famiglia Rockfeller. Il principe Bernarde che ha sposato la principessa olandese è considerato il principale promotore della nascita del gruppo “Bilderberg”. Costui è nato in Germania ed era un ex ufficiale nazista, amico intimo del famoso gerarca delle SS Himmler. Ne fanno parte altresì, il visconte Etienne D’Avignon, il segretario di Stato Kissinger, il primo ministro inglese Thony Blair, il presidente degli Stati Uniti Bill Clinton e la moglie Hillary, il presidente degli Stati Uniti Jimmy Carter, il primo ministro canadese Pierre Trudeau, l’ex presidente della federal reserve Alan Greenspan, Jokn Kerry, Melinda e Bill Gates, Richard Perle, Conrad Black, Bronfman Edgar, Rubert Murdoch e Summer Ristone ed altri. Come partecipanti ci sono quasi tutti i presidenti ed i vicepresidenti degli Stati Uniti, i ministri di tutte le nazioni europee ed extra-europee. Tra gli italiani: l’avvocato Agnelli, che dopo la sua morte è stato sostituito dal nipote John Elkan, Romano Prodi, il professore Monti ed altri. In ultima analisi per concludere il mio articolo voglio raccontare un paio di storie tratte sempre dal libro del giornalista Estulin, che dimostrano quanto sia grande ed incisivo il potere di questi gruppi. Il primo riguarda l’elezione del presidente degli Stati Uniti di Jimmy Carter: questi non era altro che un povero agricoltore di arachidi, il quale una volta divenuto governatore della Georgia venne chiamato da David Rockfeller nella sua lussuosa villa per proporgli la sua candidatura a presidente degli Stati Uniti. Dovette accettare a malincuore la proposta di Rockfeller poiché a suo tempo aveva commesso un atto illegale, cioè aveva stornato dei fondi dei risparmiatori con l’aiuto del banchiere Bert Lance. Di questo fatto ne era a conoscenza Rockfeller il quale ne ha approfittato per corromperlo. Un’altra storia altrettanto interessante è quella della rivoluzione bolscevica; la quale non è stata una vera rivoluzione di popolo come ci hanno fatto credere i media, ma un accordo tra i finanzieri Morgan, Rockfeller, Andrew Carnegie ed i leader della rivoluzione Lenin e Troshe. L’accordo prevedeva che i leader della rivoluzione dovevano creare i presupposti di fatto per la rivoluzione e l’abbattimento della monarchia dello zar Nicola II. Dall’altra parte coloro che avevano finanziato la rivoluzione dovevano avere in cambio lo sfruttamento dei giacimenti petroliferi a Baku (Russia). Tanto vero, che con l’avvento di Stalin al potere nell’anno 1935, in Russia venne instaurata la dittatura comunista e molte cose vennero cambiate nel sistema politico della Russia, al fine di omologare le istituzioni ai principi del comunismo. La riforma della nazionalizzazione voluta da Stalin che prevedeva il sequestro dei capitali alle imprese straniere che operavano in Russia, non ha colpito i signori che avevano finanziato la rivoluzione, al contrario il presidente Stalin ha fatto sì che la Standart Oil di proprietà dei Rockfeller continuasse a sfruttare il petrolio. Un’ altra storia da raccontare è il caso watergate: questo è stato uno scandalo politico che portò alle dimissioni l’allora presidente degli Stati Uniti Richard Nixon. Si dice che dietro le quinte, c’è stata la mano del gruppo “Bilderberg”, di Henry Kissinger e dei servizi segreti. Anche l’uccisione di Aldo Moro, John Kennedy, la guerra in Iraq, la dittatura avvenuta in Argentina, il colpo di stato in Grecia, la caduta di Margaret Thacher sono frutto di manovre del “Bilderberg” e di David Rockfeller. Per concludere, allora mi interrogo e mi domando, se questi signori così potenti e che per cinquant’anni sono stati in grado di dominare il pianeta per i propri interessi senza farsi scrupoli di niente e che sono stati in grado di creare uno scompiglio in questo mondo, per decidere il nostro destino, se oggi sono anche in grado di sapere da dove questo virus si è sviluppato ed in quale località oppure si vuole fare in modo che il segreto di questo virus rimanga un mistero e l’umanità continui ad ignorare la verità perché il mondo ha sempre girato in questo modo. Per finire, voglio assicurare tutte le persone che leggeranno questo articolo, che il vaccino è l’unico rimedio per sconfiggere la pandemia. Io mi sono vaccinato e credo nella scienza e negli uomini che la studiano e la professano e la divulgano. Ma spesso l’uomo diventa una bestia e fa delle cose invero simili.

 

Canale Pasquale