Locri: riapre il museo di Palazzo Nieddu del Rio

42

Grazie ad un accordo stipulato in data 15 luglio 2022 e redatto nell’alveo del protocollo di intesa in essere, tra la Direzione regionale Musei Calabria e il Comune di Locri, finalizzato alla valorizzazione del patrimonio locrese, sarà ampliata l’offerta di fruizione del Museo del Territorio di Palazzo Nieddu del Rio, afferente al Parco Archeologico Nazionale di Locri.

A partire da oggi, 25 luglio, il Museo “cittadino” sarà visitabile gratuitamente dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 13.00 e nei giorni di martedì e giovedì anche dalle ore 15.00 alle ore 18.00, offrendo così ai visitatori un’ampia gamma di possibilità di visita.

Il Museo del Territorio di Palazzo Nieddu, inaugurato nel 2018, documenta la fase protostorica del territorio della Locride e, in un’ottica organica di fruizione, rappresenta la prima tappa di visita del circuito culturale del Parco Archeologico, che dovrebbe poi proseguire con la visita al Museo Archeologico e, in ultimo, al Complesso Museale del Casino Macrì.

il Direttore della Direzione regionale Musei, Filippo Demma, ha commentato: “La piena fruizione del Museo del Territorio di Locri costituisce un altro passo in avanti per la Direzione regionale Musei Calabria che, con un processo graduale, ma incisivo sta riattivando e garantendo la piena fruizione dei musei calabresi, mettendo in campo una nuova strategia di gestione, che prevede il diretto coinvolgimento di tutte le forze attive presenti nei diversi territori.”

Più nel dettaglio l’accordo prevede il supporto dell’amministrazione locale nell’ attività di assistenza e vigilanza del Museo che, con proprio personale, si occuperà di affiancare la Direzione regionale nell’apertura del sito, avvalendosi inoltre del contributo delle unità dei precettori di reddito di cittadinanza inseriti nei PUC comunali, nonché dei beneficiari dei tirocini di inclusione sociale.

Una sinergia con la Direzione del Parco e del Museo che permetterà ai visitatori, cittadini e turisti, di poter visitare il nostro museo del territorio e fruibile tutti i giorni. Il Comune di Locri, con l’assessore alla cultura Domenica Bumbaca, ha fortemente voluto che il protocollo d’intesa, che vede la collaborazione dell’Amministrazione con l’impiego di personale dipendente e con unità del progetto Puc Cultura attiva, si concretizzasse, perché dice l’assessore: “il museo e tutti i luoghi di cultura devono essere punto d’incontro e di valorizzazione del nostro territorio, candidato a capitale della cultura. Siamo venuti incontro alla momentanea difficoltà della Direzione e questo è sinonimo di condivisione e cooperazione tra Enti”

Le parole del sindaco, Giovanni Calabrese: “Già lo scorso anno, abbiamo dimostrato piena disponibilità e collaborazione alla Direzione, perché lavorare insieme per il bene del territorio è fondamentale. Comprendiamo benissimo le difficoltà sul personale ma questo non ci ferma e garantiremo le aperture del nostro Museo, luogo di storia e cultura”.

Ha commentato la direttrice del Museo, Elena Trunfio: “La carenza di personale costituisce una forte criticità per tutto il mondo dei beni culturali, pertanto la riapertura stabile del Museo del Territorio ha un significato ancora più pregnante, segno tangibile di un processo virtuoso di collaborazione che ci permetterà di restituire la piena funzionalità di tutti i siti afferenti al Parco Archeologico di Locri”.