Oncologia Locri, l’Associazione Angela Serra pronta a finanziare la ristrutturazione

151

Le condizioni della sanità in Calabria sono ormai note a tutti. Anche chi prima della pandemia poteva dire io non so, adesso non ha più alibi. Strutture fatiscenti, carenze di personale, un buco nero nei conti di molti ospedali regionali.

La situazione è tutt’altro che rosea, però troppo spesso si ci dimentica di sottolineare come questa situazione vada avanti da decenni e che la sanità calabrese nel 2007 è stata commissariata. Ma chi controlla il controllore?

Comunque per una volta c’è una buona notizia. L’Associazione Angela Serra, attiva nella Locride per contrastare il fenomeno del turismo sanitario, ha annunciato che intende prendersi l’impegno di Ristrutturare, Migliorare e Potenziare il reparto di Oncologia di Locri, il tutto a sue spese.  L’Associazione Angela Serra fa un ottimo lavoro considerando che in Calabria si spendono ogni anno circa 300 milioni di euro per il turismo sanitario. Soldi che dalla sanità pubblica locale passano a quella di altre regioni o di cliniche private.

Nel messaggio diffuso sui social si legge: “Sembra quasi surreale, non era mai avvenuto sul nostro territorio: un’associazione che si vuole far carico, con fondi propri, di intervenire non soltanto sui servizi rivolti al cittadino, missione che svolge ormai quotidianamente, ma anche spendersi a livello infrastrutturale! Quando le idee e i sogni possono diventare Realtà… basta crederci e impegnarsi con passione, dedizione e serietà. Attendiamo adesso eventuali aggiornamenti dall’ASP di Reggio Calabria”.

Dicevamo una buona notizia, ma al contempo è ancora una volta una sconfitta per tutti. Perché? Perché è al limite dell’assurdo dover gioire perché un’associazione debba occuparsi di ciò che è pubblico perché il pubblico non riesce a farlo funzionare. Perché non è possibile che dopo decenni di gestioni controllate dall’alto, da uomini che dovrebbero garantire la legalità e il buon funzionamento delle strutture la Calabria si trovi ancora in queste condizioni.