Palmi: l’orizzonte elettorale chiama a raccolta i vertici locali della Lega

69

Un vivace incontro-dibattito ha avuto luogo sabato, 19 febbraio, a Palmi, presso la segreteria politica della Lega sul Corso Garibaldi. L’affollata riunione ha visto presenti gli esponenti regionali e locali del partito che si candida ad essere di punta nella prossima competizione elettorale per la scelta del futuro sindaco della città della cultura.

L’incontro è stato fortemente voluto dal referente cittadino della Lega professor, Giovanni Saffioti, capolista alla consiliatura e grande attivista del partito, come hanno dimostrato le scorse elezioni regionali. Alla convention hanno partecipato i massimi esponenti regionali e locali del partito in fase di ristrutturazione in vista delle prossime competizioni comunali su vari territori. I lavori sono stati aperti dal professore Saffioti il quale ha ringraziato i convenuti e ha ravvisato la necessità di riaffermare il primato di Palmi e la sua centralità. Pertanto, ha ribadito nel suo appassionato intervento, nel corso delle prossime elezioni sarà necessaria una forte sinergia a livello istituzionale. Da qui il momento creato con questo evento che ha chiamato a raccolta i massimi esponenti del partito a livello regionale e locale.

Palmi, ha continuato, deve dare risposte e deve costituire una lista molto forte; la lega è il partito giusto al momento giusto per dare dignità a problemi mandati nel dimenticatoio quali l’ospedale, lo sport, la cultura e soprattutto il problema della salute. Quindi, l’intervento centrale dell’onorevole Giuseppe Gelardi ha riaffermato la necessità di rivedere tutti i principi organizzativi e dell’establishment, affinché vi sia la massima coesione e sinergia intorno al progetto politico della Lega che vuole riaffermare gli interessi dei cittadini. Gelardi ha puntato sulle potenzialità della città di Palmi che offre grandi prospettive di sviluppo e di socialità. Per questo, la Lega si spenderà, affinché si possa implementare e ristrutturare quel progetto che da tempo a livello politico non consente alla cittadina di avere lo slancio che merita. A ruota è seguito l’intervento, nella sua doppia attuale veste, di Tilde Minasi la quale ha sottolineato che il fattore culturale a Palmi si è affievolito. Ha, quindi, espresso tutta la sua gratitudine per le candidature che verranno poste in essere. Da più parti, è stato poi ribadito, la Lega non è più il partito di 20 anni fa ed è indifferibile la capacità di rimettersi in gioco. La lega nel panorama nazionale è il partito più antico, dà spazio ai giovani e riconosce il merito. Il dottor Recupero, nella sua qualità di segretario provinciale della Lega, ha sostenuto che la Lega sul territorio fa ben sperare per la sua politica attiva e fattiva e ha ringraziato il professor Saffioti e per aver saputo lavorare insieme al Presidente Gelardi nel conseguimento dell’obiettivo nelle ultime elezioni regionali. Ha quindi ribadito che ”Palmi deve cambiare passo”. Il partito c’è e ognuno vi si potrà dedicare”. Ha, quindi, ringraziato l’onorevole Gelardi per l’impegno e per l lustro che dà al partito. Gelardi ha colto l’occasione per ringraziare il professore Saffioti aggiungendo con un pizzico di amarezza che spesso  i social  condizionano, non consentendo una visione plastica ed oggettiva .Ha quindi sostenuto che il partito ha una sua storia ma si è lontani dal passato .Oggi la lega  è il partito di” prima gli italiani”; è un partito nazionale, è sul territorio dove ha dato esempi notevoli come in  Veneto,Friuli e Lombardia. Il partito che si vota oggi è la Lega” del fare”, dell’imprenditorialità e della determinazione. Quindi, ha anche detto che la Piana si riversava su Palmi che era un pò il centro del mondo pianigiano con l’importanza e la vivacità dei suoi tribunali, dell’ospedale e soprattutto dei prestigiosi istituti scolastici di secondo grado con i molteplici indirizzi studio; oggi ha perso un po’ del suo smalto, mentre rimane aperto il rilancio della Tonnara, a livello turistico e l’annosa questione dell’ospedale . Il Presidente della Commissione Anti-ndrangheta e anti corruzione ha infine concluso che “spingerà sicuramente per la realizzazione dell’ospedale della Piana in quanto” tutti abbiamo bisogno di sanità, tutti lo vogliono ma qualcuno deve fare qualcosa”.  L’impegno di Gelardi andrà senz’altro in tale direzione. Tra gli intervenuti anche Renato Bellofiore responsabile dell’area che ha puntato l’attenzione sulla battaglia identitaria intorno all’ospedale di Palmi definendolo “un’antica diatriba che deve presto avere uno scioglimento del nodo”. L’intervento conclusivo di Saccomanno, Segretario Regionale della lega, è stato di riepilogo. Nel ringraziare tutti, ha ripercorso le tappe del partito sul territorio regionale definendo Palmi una città difficile. “Sarà una battiglia durissima” ha concluso. La lega è un partito popolare che vuole parlare con la gente ed alla gente si arriva attraverso la comunicazione e i rapporti personali. La Lega non è stato il partito del taxi e quindi nessuno ci può salire a piacimento. Abbiamo una squadra di spessore e valore grazie a Tilde e a Pino ed agli altri consiglieri regionali. Ci sono le strutture e tutte le condizioni per dare risposte; metteremo su una squadra competitiva e costruiremo un progetto identitario: vogliamo più turismo, più agricoltura, più infrastrutture, stabilendo priorità quali occupazione e legalità per ripulire la pubblica amministrazione a livello nazionale e locale.

Lo strumento della Presidenza Gelardi è di estrema rilevanza. Su Palmi occorrerà per far sentire la presenza sul territorio , occupandosi del problema ospedale dove saremo promotori e sentinelle. Su Palmi sventola la bandiera della Lega” ha quindi concluso. Alla convention ha partecipato fra gli altri il consigliere comunale di Seminara Rocco Vitetta.