Platì: Vivere la Legalità per essere Felici

147

Ieri, Platì ha vissuto un importante appuntamento caratterizzato dalla presenza dei cofondatori del Progetto di Vita Adriana Colacicco e Gerardo Gatti, che hanno ricevuto l’encomio del Presidente della Repubblica Italiana e Francese.

L’Albero della Legalità vuole continuare a mantenere vivo il ricordo delle vittime di mafia, del Sindaco  Domenico De Maio, dei Servitori dello Stato, del Sindaco Francesco Prestia e della moglie Domenica De Girolamo. Risulta importante risvegliare le coscienze, affinchè la gravità di determinate azioni contro la società civile non si verifichino mai più. Onorando il ricordo di coloro che hanno pagato con la vita la lotta contro le mafie e di tutti coloro che continuano a lottare per un Paese più giusto e pulito. Non ci si deve rassegnare al semplice ricordo, ma si deve essere esempi di continuità e di legalità sempre.

Va sottolineato che i primi protagonisti dell’attività di sensibilizzazione saranno i ragazzi, perché senza legalità non ci può essere futuro, a loro viene affidato questo albero, affinchè lo curino come va curata e coltivata la legalità.

Nei prossimi giorni, sarà avviato l’iter che poterà l’intitolazione di una via ai coniugi Prestia per mantenere vivo il loro ricordo.

All’evento sono intervenuti:

Monsignor Francesco Oliva, Vescovo Locri Gerace; Domenico Mantegna, Sindaco di Benestare e Consigliere Citta Metropolitana di Reggio Calabria; Domenico Giorgi, Presidente del Consiglio Comunale di San Luca; Emanuele Mattia, Garante per l’infanzia e l’adolescenza della Città Metropolitana di Reggio Calabria; Cosimo Sframeli, Presidente Associazione ” Nastro Verde” Calabria.