Povertà, i dati sul Banco Alimentare e le iniziative

39

Il Banco Alimentare calabrese, secondo i dati relativi al 2020, ha assistito 38 mila nuclei familiari in stato di bisogno economico, ossia circa 135 mila persone nelle sue 594 strutture dedicate sparse in tutta la regione.Rispetto al 2019, si è assistito a un incremento notevole delle donazioni di generi alimentari, non solo da parte delle aziende, ma anche da parte delle famiglie, con una crescita del 70 %.

Le iniziative nazionali e locali

A livello nazionale, è ripartita l’iniziativa “La fame non va in vacanza” fino al 14 giugno con un SMS o una chiamata al numero solidale 45587 si potranno donare nel primo caso 2 euro e nel secondo 5 o 10 euro.

Inoltre, l’iniziativa delle marmellate solidali – che in Calabria saranno vendute nelle principali piazze dei capoluoghi di provincia – si potrà sostenere sul sito http://www.bancoalimentare.it facendo una donazione a http://Bancoalimentare.it/donaora o sulla piattaforma di crowdfunding http://forfunding.intesasanpaolo.com cercando i progetti di Banco Alimentare.

A Reggio Calabria, invece, alcune gastronomie devolveranno l’esubero della produzione in beneficienza al termine della giornata lavorativa, altre ancora prepareranno con cadenza quindicinale o mensile pasti espressi caldi per i più bisognosi.