Qui Cosenza – Pesante sconfitta per i rossoblu. Playout appesi a un filo

Il Cosenza viene sconfitto per 3-0 dal Monza al "Marulla". Ai silani servirà una vittoria nell'ultimo turno per accedere ai playout.

161
Mirko Carretta
(Mirko Carretta durante la sfida Cosenza-Monza. Fonte: Instagram - @cosenza_official)

Il Cosenza non riesce nel miracolo contro il Monza. Al “Marulla” sono i brianzoli a festeggiare, proseguendo nel loro sogno della conquista della promozione diretta mentre i silani saranno ora chiamati a un vero e proprio spareggio nell’ultimo turno contro il Pordenone, quintultimo.

PORTA CHIUSA – I rossoblu devono fare muro davanti ad un avversario di un’altra portata. Il Monza sta volando nelle ultime settimane e la portata delle frecce all’arco degli avversari costringe inizialmente la formazione di mister Occhiuzzi sulla difensiva. Le parate di Wladimiro Falcone sulle conclusioni di Mario Sampirisi e Andrea Colpani sono decisive nella prima frazione per mantenere i silani in gioco e il match in equilibrio.

PERICOLO CARRETTA – Con il passare dei minuti il Cosenza inizia a farsi vedere nella metà campo avversaria. Fra gli attaccanti rossoblu più ispirati c’è senza dubbio Mirko Carretta i cui movimenti rappresentano una vera spina nel fianco per la difesa dei brianzoli. Due sue iniziative in particolare portano vicine al gol: una conclusione a girare dall’angolo alto dell’area di rigore nella prima frazione e una penetrazione in solitaria nella ripresa che chiamano Michele Di Gregorio all’intervento.

SUPERMARIO – Il match è particolarmente tirato. La tensione si taglia nell’aria e solo una giocata del campione può rompere l’equilibrio. E’ l’uomo più atteso, Mario Balotelli, a superare Falcone a un quarto d’ora dal termine con una conclusione potente dal limite dell’area a far esplodere di gioia la panchina monzese, lasciando i padroni di casa nello sconforto.

TITOLI DI CODA – Rotto l’argine il Monza non ha problemi ad arrotondare il risultato e le reti di Andrea D’Errico e Davide Diaw servono solo ad affondare ancora di più i pericolanti rossoblu. Gli ultimi novanta minuti della stagione regolare serviranno a entrambe le squadre per cercare di raggiungere i propri obiettivi: i rossoblu, praticamente scomparsi dopo la vittoria di inizio aprile contro l’Ascoli, avranno bisogno di una vittoria nella tana del Pordenone per poter portare i friulani alla sfida playout. Servirà un pomeriggio da lupi.

FORMAZIONI E NOTE

COSENZA: Falcone; Antzoulas, Ingrosso, Legittimo; Gerbo (12′ st Corsi), Sciaudone, Kone, Crecco (41′ st Sacko), Vera (31′ st Tremolada); Carretta, Gliozzi (31′ st Trotta).All. Occhiuzzi.
MONZA: Di Gregorio; Bellusci, Paletta, Pirola; Sampirisi, Frattesi (44′ st Bettella), Barberis, Colpani (18′ st D’Errico), Carlos Augusto; Mota Carvalho (18′ st Diaw), Gytkjaer (18′ st Balotelli). All. Brocchi.

Arbitro: Piero Giacomelli di Trieste – Assistenti: Liberti – Galetto – quarto uomo – Cosso
Ammoniti: Kone (C), Paletta (M)
Note: recupero pt 1′, st 3′