Reggio Calabria: convegno per i 100 anni di Piromelli

65

A Reggio Calabria, giorno 10 maggio 2022, in occasione del centenario della nascita dello scrittore calabrese Antonio Piromalli, è stato organizzato un convegno in suo onore. il tutto, grazie alla collaborazione dell’Università per Stranieri “Dante Alighieri” di Reggio Calabria.

Nel centenario della nascita di Antonio Piromalli (1920 – 2020) si svolgeranno in numerose università italiane (Urbino, Bologna, Cassino, Messina, Reggio Calabria) varie manifestazioni coordinate dal Professor Toni Iermano e dal Fondo Antonio Piromalli. Nell’ambito di queste manifestazioni, il Centro Internazionale Scrittori della Calabria, il Comitato Scientifico di studio della figura e delle opere di Antonio Piromalli, in collaborazione con l’Università per Stranieri “Dante Alighieri” di Reggio Calabria, con il patrocinio del comune di Reggio Calabria, martedì 10 maggio 2022, alle ore 16:30, presso la Sala conferenze dell’Università per Stranieri “Dante Alighieri” di Reggio Calabria, promuovono il convegno: “Antonio Piromalli e la Calabria”. Dopo i saluti di Irene Calabrò, assessore alla Cultura del Comune di Reggio Calabria, intervengono: Paola Radici Colace, professore ordinario di Filologia Classica dell’Università di Messina, presidente del Comitato Scientifico “A. Piromalli”; Antonino Zumbo, rettore dell’Università per Stranieri “Dante Alighieri” di Reggio Calabria, componente Comitato Scientifico “A. Piromalli”; Maria Florinda Minniti, già docente di Italiano e Latino, componente Comitato Scientifico “A. Piromalli; Emilia Serranò, già docente di Filosofia, componente Comitato Scientifico “A. Piromalli. Coordina l’incontro Loreley Rosita Borruto, presidente del Cis della Calabria. Sarà presente Lanfranco Piromalli, presidente del “Fondo A. Piromalli”. Nato a Maropati, il 3 settembre 1920 e morto a Polistena il 7 giugno 2003, Antonio Piromalli è stato un critico letterario, scrittore, poeta, docente di Letteratura Italiana nelle Università di Urbino, Bologna, Salerno, Cassino. Famosi i suoi libri: La letteratura Calabrese in due volumi; Letteratura e Cultura popolare; Saggi critici di Storia Letteraria; monografie su Fogazzaro, Corazzini, Gozzano, Seminara, Deledda, Padula, Ariosto, Michelstaedter, Pierro, Calogero, Gioacchino Da Fiore e Dante; “Società, cultura e letteratura in Emilia Romagna”; “La Storia della cultura a Rimini nell’Ottocento”; le raccolte poetiche: “Sei tu il bolero” e “Ti estraggo dai tifoni”, “La ragazza di Ferrara”, “Da un’altra stanza” e numerose altre pubblicazioni.