Ricordo del mio caro papà

1309

Era la notte del 29 Gennaio 1996, quando  si è spento il mondo su di me, il mio caro Papà ha lottato con tutte le sue forza fino al suo ultimo respiro, ed è diventato il mio Angelo Custode. 

Lavorava all ospedale di Siderno, guidava l’ambulanza. Il mio Papà è Gennaro Zumbo, grande lavoratore, uomo, marito, Papà, nonno, cugino, zio, amico di tutti.

Voglio ricordarlo per i miei figli, fargli una grande sorpresa con questo articolo, perchè anche se loro non hanno avuto la fortuna di conoscerlo, parlano di lui come se lo conoscessero…… 

Ci sono cose che non possono assolutamente tornare, ma che al tempo stesso, pur non potendo tornare, restano eternamente presenti. 

Una cosa, oggi,  ho imparato: il suo vuoto, potrò solo colmarlo con i tantissimi, se pur avevo 14 anni, ricordi che rimarranno per sempre nel mio cuore. 

I suoi insegnamenti mi hanno dato la forza per ricominciare a vivere, in onore della sua memoria. 

Ti vedrò sempre come il piùà importante dei regali nella mia vita.

Anche se da lontano, tu mi hai fatto un regalo speciale, la tua piccola principessa Desiré nata il 18 febbraio proprio come te, ha alcuni dei tuoi lineamenti, mentre Paolo la tua dolcezza e la stessa premura nel far le cose. 

E continuerò a viverti così.

Per sempre un regalo

Con tanto amore 

Tua per sempre

Rossella