Riparte la stagione autunnale e invernale all’auditorium “Frammartino” di Caulonia

54

Con i teatri e le sale finalmente riaperte al 100% della capienza riparte anche a Caulonia la stagione degli eventi allAuditorium Casa della Pace Angelo Frammartino”.

Dieci gli spettacoli in cartellone fino a Natale, realizzati dallAmministrazione Comunale in collaborazione con la direzione artistica del Kaulonia Tarantella Festival e Ama Calabria. In programma sei eventi per la sessione invernale del KTF, la rassegna di musica e cultura etnica giunta questanno alla 23esima edizione e altri quattro a completare il programma del Kaulonia Music Festival.

Si parte questa sera con la commedia brillante in vernacolo Corna supa corna”, a cura della compagnia teatrale Ridiamoci sopra”. Quindi i primi eventi della winter edition” del Ktf (17 e 21 novembre) quando sul palco saliranno lorchestra sinfonica Tchaikovsky” e il maestro Riccardo Tesi con lorchestra popolare del Mediterraneo, in un progetto speciale pensato ad hoc per la rassegna di musica etnica. Il clou l8 dicembre con il live dei Neri per Caso, il famoso sestetto italiano di voci a cappella. E poi ancora tanta musica sotto Natale con il Lomax Project (10 dicembre), Paolo Manciameli alla chitarra con il suo quintetto valentia (18 dicembre), il coro gospel di Nate Brown e One Voice (27 dicembre) e la Kaulonia Popolar Orchestra (28 dicembre). Gran finale lantivigilia di Capodanno con Armando Quattrone (30 dicembre).

Il programma è stato presentato in maniera congiunta per sottolineare limportanza della sinergia e delle collaborazioni per elevare il livello qualitativo dellofferta culturale e la capacità di programmazione che permetterà al pubblico la piena fruizione del nutrito programma di eventi.

Finalmente lAuditorium potrà tornare a riempirsi, auspichiamo che questo possa rappresentare una nuova rinascita culturale. Il ricco cartellone di eventi che presentiamo è frutto di una proficua collaborazione tra pubblico e privato, una scelta coraggiosa e importante in un momento difficile. Siamo molto contenti perché questo rappresenta un luogo importante per la nostra comunità e per lintero territorio, che ora finalmente potrà tornare a vivere e riempirsi in perfetta sicurezza.