Serie A: reazione d’orgoglio del Crotone

I calabresi battono 2-1 il Verona e non sono più ultimi.

180

Prova d’orgoglio per il Crotone che in casa battono 2-1 il Verona. Dopo la brutta prestazione di domenica contro la Roma la squadra di Serse Cosmi offre una prestazione ordinata portando a casa tre punti buoni per sopravanzare il Parma e non essere più il fanalino di coda della Serie A. Il Verona ormai in “vacanza” da alcune settimane si sveglia troppo tardi e non riesce a recuperare più lo svantaggio.

Primo tempo

È Ounas show. L’ex Napoli gioca una partita molto importante ed è sempre nel vivo del gioco. Dopo appena due minuti su un lancio della difesa, Simy sfrutta uno scivolone di Gunter e mette in mezzo la sfera dove Ounas fa 1-0 con un tiro ad incrociare. Il sette dei rossoblù è indiavolato al 17° con una bella penetrazione nell’area avversaria scarica un sinistro ben parato da Pandur. Alla mezz’ora offre un assist da fuori area a Cigarini che con il destro manda di poco fuori il pallone. Qualche minuto dopo il Verona ha l’occasione buona per pareggiare con Dawidowicz ma Cordaz è prontissimo e respinge il colpo di testa del difensore veronese. Il primo tempo non regala altre emozioni e si va al riposo con i rossoblù in vantaggio.

Secondo tempo

La seconda frazione di gioco riparte con il Verona che prova a pareggiare l’incontro ma senza mai impensierire la difesa avversaria. Girandola di cambi tra le due squadre ma il risultato rimane bloccato sull’1-0 per i padroni di casa. Alla mezz’ora ancora Ounas, il migliore in campo, accelera sulla fascia e offre un assist a Messias che deve solo appoggiare in rete il goal del 2-0. La squadra veneta si rigetta nuovamente all’attacco e all’87°, uno sfortunato tocco di Molina, regala il goal del 2-1 ai gialloblù. Per i calabresi è il novantunesimo goal subito in stagione eguagliando il record negativo del Casale. Al 90° per proteste viene espulso Juric ma il risultato non cambierà più.

 

Le prossime due partite

Ora arriva la delicatissima partita contro il Benevento. La squadra campana è obbligata a vincere per restare aggrappata alla Serie A, in un quasi disperato tentativo, di rimonta e l’ultima contro la Fiorentina che ormai ha raggiunto la salvezza. Due match che sulla carta sono alla portata degli squali. Bisognerà trovare la giusta convinzione per portare altri punti alla classifica e renderla meno amara e regalare, per questa stagione, altre soddisfazioni ai tifosi.

 

Formazioni (primo tempo 1-0)

Crotone (3-5-2): Cordaz; Magallan, Marrone, Djidji; Pereira (71′ Cuomo), Messias, Cigarini (76′ Zanellato), Benali, Molina; Ounas (91′ Petriccione), Simy. All. Cosmi

Verona (3-4-2-1): Pandur; Dawidowicz (46′ Faraoni), Gunter, Ceccherini (51′ Dimarco); Ruegg (70′ Lasagna), Tameze (46′ Salcedo), Ilic, Lazovic; Barak, Zaccagni (70′ Colley); Kalinic. All. Juric

In breve

Gol: 2′ Ounas (Cro), 75′ Messias (Cro), 87′ aut. Molina (Ver)

Ammoniti: Magallan (Cro), Marrone (Cro), Tameze (Ver), Pereira (Cro)