Torneo Amatori FIGC Locri: quasi al giro di boa con gli Amatori Stignano in testa 

202

Stanno gareggiando, nel comprensorio locrideo, a partire dal confine con la provincia di Catanzaro e procedendo verso Reggio, gli Amatori Monasterace, gli Amatori Stignano, gli Amatori Grotteria, gli Amatori Mammola, i Vavalaci Siderno, gli Amatori Locri, l’Inter Club Locri, la Zaleuco Locri, l’Azzurra Amatori Ardore, gli Amatori Friend’s Bovalino, gli Amatori Benestare, gli Amatori Real Bianco e gli Amatori Africo. Inoltre, provenienti dal territorio della piana di Gioia Tauro, si sono iscritti al torneo anche gli Amatori “La Marianna” di Cinquefrondi. Un parterre, quindi, che copre un’ampia fascia di territorio, raccogliendo un mondo di passione calcistica.

Dodicesima gara, penultima del girone d’andata, in questo fine settimana per il torneo amatoriale organizzato dalla Delegazione Figc di Locri, iniziato nello scorso novembre e poi sospeso, a causa dell’emergenza pandemica, per alcune settimane dopo che erano state disputate (pur se con alcuni rinvii) le prime sei giornate del girone d’andata. Da fine gennaio nuovo via libera e ripresa a pieno ritmo delle gare: si è quindi disputata la 7^ di andata e, di seguito, si sta proseguendo con regolarità.

Gli Amatori mordevano il freno, in pratica, da due anni: la stagione 2019/20, infatti, era stata interrotta dopo poche giornate per il primo blocco causato dal covid-19, mentre la successiva stagione (2020/21), per lo stesso motivo, non aveva avuto neppure inizio. Quest’anno, quindi, grande risposta e forte interesse del movimento amatoriale: record di partecipazione, con ben quattordici squadre iscritte.

Stanno quindi gareggiando, nel comprensorio locrideo, a partire dal confine con la provincia di Catanzaro e procedendo verso Reggio, gli Amatori Monasterace, gli Amatori Stignano, gli Amatori Grotteria, gli Amatori Mammola, i Vavalaci Siderno, gli Amatori Locri, l’Inter Club Locri, la Zaleuco Locri, l’Azzurra Amatori Ardore, gli Amatori Friend’s Bovalino, gli Amatori Benestare, gli Amatori Real Bianco e gli Amatori Africo.

Inoltre, provenienti dal territorio della piana di Gioia Tauro, si sono iscritti al torneo anche gli Amatori “La Marianna” di Cinquefrondi.

Un parterre, quindi, che copre un’ampia fascia di territorio, raccogliendo un mondo di passione calcistica che, con l’avanzare dell’età, continua senza soste: la partecipazione è riservata, infatti, agli over 35, con eccezione, per ogni squadra, per due over 30.

La stagione in corso, tra l’altro, è resa oltremodo interessante, dagli sviluppi agonistici delle contese: la tradizionale rivalità tra Amatori Locri e Vavalaci Siderno per la vittoria del torneo si è, infatti, arricchita di nuovi motivi di interesse; difatti, dopo undici giornate, guidano la classifica, con 28 punti (nove vittorie, un pareggio ed una sconfitta) gli Amatori Stignano. Seguono i Vavalaci Siderno con 24 punti, appaiati agli Amatori Locri: questi ultimi, però, devono recuperare una gara contro gli Amatori Grotteria, per cui potrebbero avvicinarsi alla capolista in caso di vittoria.

Una classifica, quindi, in evoluzione, anche tenendo conto che altre compagini stanno ottenendo buoni risultati: a 20 punti si trova l’Azzurra Amatori, a 18 lo Zaleuco Locri, a 17 gli Amatori Grotteria (con la gara da recuperare) e gli Amatori Monasterace, a 16 gli Amatori Real Bianco e gli Amatori “La Marianna” Cinquefrondi; a seguire le altre.

La Marianna Cinquefrondi, in particolare, ha dato una sterzata particolare, nonché piuttosto inattesa, al torneo, tenuto conto che nelle ultime gare disputate ha mandato battuti, a Cinquefrondi, i Vavalaci Siderno, ripetendosi poi a Locri con gli Amatori Locri.

Lo storico derby tra Amatori Locri e Vavalaci si è chiuso, a Locri, con il successo dei sidernesi, dopo una gara molto combattuta, per 2-1. 

Il torneo sta facendo divertire gli appassionati calciatori amatoriali dell’intero comprensorio, tra cui tante vecchie glorie delle squadre dilettantistiche della zona (in campo, solo per citare qualcuno, si sono visti Gigi Iervasi, Sandro Caridi, Carlo Bolognino, Fabio Scuteri) e va senz’altro segnalata anche l’ottima e qualificata collaborazione dei direttori di gara forniti dall’Associazione Italiana Arbitri.

Anche l’emergenza pandemica, seguendo i previsti protocolli, viene affrontata con grande responsabilità: alcune gare, come già detto, sono state rinviate e poi via via recuperate, così come ogni società sta mettendo in atto ogni misura tendente ad evitare qualsiasi potenziale rischio.