Un’altra estate del tubo

193

Silvio Greco, massima autorità nel campo della depurazione, nonché consulente di alcune Procure per il problema dei depuratori, l’aveva vaticinato: “Nessun miracolo per questa estate”. Ora, a parte il fatto che di miracoli a queste latitudini non c’è mai stata traccia alcuna (come diceva un mio compare ruspante: “Mancu na maronna sapimu fari ciangiri”…), qualcuno dovrebbe spiegarmi che cosa ci vogliamo aspettare quando sappiamo bene che, per esempio, tutta l’area bassa grecanica dipende dal “tubo di Bova marina”, ovverossia l’ingegnoso sistema utilizzato da decenni da quel comune, che scarica in mare aperto (si parla di 100mt di tubo) i liquami fognari una volta piena la vasca di raccolta. Il che significa ‘bagno in mezzo alla cacca’ per i comuni che stanno a nord o a sud di Bova, a fasi alterne, a secondo da dove tira il vento…

Nel frattempo, arrivano i dati del turismo nelle altre regioni: Sardegna 16,8 milioni + 5,8% sul 2019 – Sicilia 16,2 milioni +4,5% sul 2019 – Puglia 16 milioni + 2% sul 2019. Calabria? Non misurabile.

rev. Frank