Vincenzo Speziali ribadisce le iniziative a favore della Calabria

97

In Calabria, prossimamente inizieranno le attività Federative. Inoltre, si vorrà proporre, nei prossimi mesi, di svolgere un lavoro di coordinamento a favore di questa regione.

La giornata di ieri, a seguito dell’incontro avuto assieme all’Onorevole Bonaventura Lamacchia, con l’Onorevole Clemente Mastella, leader della formazione Noi di Centro, segna un ulteriore passaggio fondamentale, per la costruzione, più unitaria e vasta possibile, dell’area moderata -coerentemente con l’impegno affidatomi in Sicilia lo scorso 11 Dicembre- e che ha visto la luce proprio in Calabria, sin dal mese di Marzo scorso.

Con passione e costanza, si va avanti, armoniosamente, alla ricerca della sintesi strutturale, tenendo in considerazione l’attuale e sciagurata legge elettorale e il coevo ma nefasto maggioritario (con relativo oltre che posticcio “muscolarismo”), il quale ha reso ingovernabile il Parlamento e le Istituzioni Nazionali, oggi però al riparo da crepe e crepuscoli, solamente grazie a Mario Draghi e alla maggioranza emergenziale, benchè eccezionale raccolta intorno a lui e solo per lui nata.

Immediatamente, dopo le vacanze natalizie, riprenderemo nella nostra Regione le attività Federative che ho l’onore di rappresentare in Calabria, con l’appuntamento di fine Gennaio 2022, assieme all’Onorevole Clemente Mastella,  avviando una prima ricognizione che dovrebbe portare, salvo imprevisti dell’agenda politica nazionale, alla Conferenza Politica Programmatica, la quale proporrò durante la prossima riunione del Coordinamento Regionale ai primi di Febbraio, di organizzare proprio in Calabria, per metà Marzo prossimo.

Ribadendo quanto siamo aperti alle altre forze politiche di comune ispirazione a quelle attualmente costituenti la nostra area federativa (Noi con l’Italia/Noi di Centro/Democrazia Cristiana/Popolari, Liberaldemocratici e Riformisti), assicuriamo, per mio tramite, di essere ben lieti di aprirci pure al contribuito delle organizzazioni civiche locali (garantendo loro pari dignità), anzi intendo precisare che il nostro scopo è quello di presidiare e strutturare l’area di centro, per giungere -in un futuro prossimo- ad un unico e nuovo soggetto politico unitario, senza precludere nessuna opzione (allo stato dei fatti, tra l’altro, nemmeno prevedibile), poiché nessuno è in grado di certificare quanto andrà a delinearsi dopo l’elezione del Capo dello Stato, sia che rimanga l’attuale, sia che ne arrivi un altro.

Si dovrà perciò parlare, nei nostri futuri incontri, non di organigrammi, bensì di programmi e il tutto, avrà prospettiva e concretezza, nell’Assemblea che desidero possa essere approvata, per poi svolgerla, come precedentemente citato, proprio in Calabria, cioè laddove, per quanto concerne ciò che stiamo sforzandoci di fare, tutto è iniziato.

Insomma, il Centro Moderato per la governabilità: in Italia e nella nostra Regione.