fbpx
mercoledì, Giugno 19, 2024
spot_img
HomeattualitàVoto condizionato dagli Araniti a Reggio Calabria, indagati, Falcomatà, Neri e Sera

Voto condizionato dagli Araniti a Reggio Calabria, indagati, Falcomatà, Neri e Sera

Tra gli indagati Giuseppe Falcomatà, Giuseppe Francesco Sera e Giuseppe Neri, Sono in tutto 7 le persone finite in carcere.

La Dda ha fatto luce sul tentativo della cosca Araniti di condizionare il voto del 2020 e del 2021. Indagato anche il sindaco. I Carabinieri del Ros, con il supporto in fase esecutiva del Comando Provinciale Carabinieri di Reggio Calabria e dello Squadrone Carabinieri Eliportato “Cacciatori” Calabria, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare del Tribunale di Reggio Calabria emessa su richiesta della Distrettuale antimafia reggina, guidata dal procuratore Giovanni Bombardieri, nei confronti di 14 persone, di cui 7 finite in carcere, 4 agli arresti domiciliari e altre 3 con obbligo di presentazione alla p.g.

Nomi arresti:

Araniti Domenico detto “il Duca” (cl. 1952);

Araniti Francesco, detto “u Parenti” (cl. 1959);

Barilla’ Giuseppe (cl. 1960);

Dascola Nicola (cl. ‘1967);

Princi Antonino “lo Sceriffo” (cl. 1971);

Repaci Antonio detto Mimmo (cl. 1959);

Trapani Carmelo, detto “il Tacchino” (cl. 1973).

Domiciliari:

Araniti Pietro detto “Full” (cl. 1937);

Barilla’ Daniel (cl. 1985);

Modafferi Antonino, detto “I ‘Architetto” (cl. 1953);

Giustra Martina (cl .1994).

Corsaro Natale (cl. 1998);

Dascola Antonio Pio (cl. 2001);

Ianno’ Caterina (cl. 1996).

 

 

- Spazio disponibile -
- Spazio disponibile -
- Spazio disponibile -
ARTICOLI CORRELATI
- Spazio disponibile -

Le PIU' LETTE

- Spazio disponibile -