Caulonia, licenziati i dipendenti coinvolti nel Kaulon Badge

758

Ricordate l’operazione dei carabinieri Kaulon Badge? A gennaio 2019 la Stazione dei carabinieri di Caulonia, insieme ai colleghi di Roccella Jonica, aveva avviato le indagini sulla condotta dei lavoratori dello sportello INPS della cittadina di Caulonia Marina.

A Dicembre 2020 erano scattati i provvedimenti di sospensione dall’esercizio del servizio per 5 dipendenti, a seguito delle indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Locri.

I dipendenti in questione erano stati noti in più di un’occasione in giro nel centro del paese durante il regolare orario d’ufficio. C’era chi era al bar, chi presso la propria abitazione, in alcuni casi erano stati individuati presso autolavaggi o istituti scolastici della zona. Nel confronto tra gli avvistamenti e le immagini di sorveglianza raccolte con i fogli di presenza presso gli uffici INPS hanno permesso di documentare le irregolarità dei dipendenti.

Dall’analisi dei dati è emerso come in 6 mesi tutti gli impiegati, tranne il responsabile dell’ufficio, si fossero assentati più di 900 volte senza giustificazione. Il G.I.P. presso il Tribunale di Locri aveva quindi emesso nei confronti della quasi totalità dei dipendenti, indagati per truffa e falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici in concorso, la misura interdittiva della sospensione dalle attività inerenti il pubblico impiego per la durata di 6 mesi.

Ieri è infine giunta la notizia del licenziamento dei dipendenti coinvolti nel Kaulon Badge. Lo ha reso noto il direttore regionale dell’Istituto Giuseppe Greco dopo che è sopraggiunta la notizia del rinvio a giudizio dei 5 lavoratori.