Forza Giovanni la Locride ci conta

191

Fratelli d’Italia, che doveva sostituire il senatore Fausto Orsomarso, aveva già indicato da tempo il sindaco di Locri, Giovanni Calabrese, ma si aspettava che il presidente Occhiuto designasse il nuovo assessore della Giunta. Così, dopo tanto parlare, alla fine è arrivato il giorno della nomina di Giovanni Calabrese ad Assessore regionale.

 Dopo tanto parlare alla fine è arrivato il giorno della nomina di Giovanni Calabrese ad Assessore regionale e avrà la delega al Lavoro, alla formazione professionale, alle politiche attive del lavoro.

Fratelli d’Italia, che doveva sostituire il senatore Fausto Orsomarso, aveva già indicato da tempo il sindaco di Locri, Giovanni Calabrese, ma si aspettava che il presidente Occhiuto designasse il nuovo assessore della Giunta. «Sulla base delle proposte avanzate dai partiti della coalizione di centrodestra, che sostiene il mio governo regionale, ho deciso i nomi dei due nuovi assessori che faranno parte della Giunta». Si legge, in una nota, a firma del presidente della Regione Calabria Roberto Occhiuto. Appunto, entrano nella squadra Emma Staine per la Lega e Giovanni Calabrese per Fratelli d’Italia.

Noi come testata, a questo punto, facciamo gli auguri di buon lavoro al caro Giovanni che in quella sede rappresenta tutta la Locride, con tutti i suoi problemi.

Pubblichiamo una foto dell’ottobre del 2015, quando al culmine di una delle manifestazioni più importanti mai realizzate da queste latitudini, da lui voluta ed organizzata, si lanciò in un veemente attacco a tutte le istituzioni per le drammatiche condizioni dell’Ospedale di Locri. Lo slogan era “Giù le mani dall’Ospedale”, bene speriamo di rivedere quel Giovanni cuor di leone, che molti stimano, nella nostra amata Locride. Per cui mi sento di dire: “Forza Giovanni la Locride ci conta”!

Infine, alcuni ci hanno chiesto cosa succederà adesso al Comune? Secondo quanto disposto dal Tuel quelle di assessore regionale o consigliere e sindaco sono cariche incompatibili tra di loro. Pertanto, Calabrese sarà costretto a rinunciare all’incarico di primo cittadino rassegnando le dimissioni. A traghettare il Comune, fino alle prossime elezioni previste a giugno 2023, sarà l’attuale vicesindaco Giuseppe Fontana, che assumerà il ruolo di sindaco facente funzione fino a fine mandato.