Il tempo dei ricordi

216

Ripercorriamo, insieme, gli avvenimenti e i personaggi più importanti che hanno segnato la data del 9 Maggio.

Accadde che:

 1921 (100 anni fa): a Roma, viene rappresentato per la prima volta il dramma “Sei personaggi in cerca d’autore” il dramma più famoso di Luigi Pirandello. Fu rappresentato al teatro Valle di Roma, ma con un esito tempestoso, perché molti spettatori contestarono la rappresentazione al grido di “Manicomio! Manicomio!”.  L’opera definisce il modulo della composizione teatrale, rappresentando i paradossi pirandelliani sulla personalità, sull’arte e sulla vita. Su un palcoscenico irrompono sei individui, un Padre, una Madre, il Figlio, la Figliastra, il Giovinetto e la Bambina, personaggi rifiutati dallo scrittore che li ha concepiti. Essi chiedono al Capocomico di dare loro vita artistica e di mettere in scena il loro dramma. Dopo molte resistenze la compagnia acconsente alla richiesta e i personaggi raccontano agli attori la loro storia, perché possano rappresentarla. I personaggi del dramma di Pirandello appaiono vivi e reali agli occhi del pubblico, ma l’autore non dà loro una forma definitiva, concedendogli invece la massima libertà di espressione e di movimento scenico. In questo modo l’autore affronta il tema della comunicabilità, ovvero il rapporto tra capocomico e compagnia teatrale, che segue senza poter far nulla le vicende dei sei personaggi. Non c’è immedesimazione e i fatti vengono rappresentati con artificiosità. La conseguenza di ciò è che, da un certo punto in poi, la scena viene rubata dai personaggi. Nel dramma di Pirandello emerge in maniera egregia quella che è la discordanza tra attore e personaggio e, questo fatto, rende l’opera uno dei testi teatrali di maggior rilievo della letteratura italiana.

1978 (43 anni fa): a Roma viene ritrovato il cadavere di Aldo Moro, nel bagagliaio di una Renault 4 rossa parcheggiata in via Caetani, una traversa di via delle Botteghe Oscure, distante circa 150 metri sia dalla sede nazionale del Partito Comunista Italiano che da Piazza del Gesù, sede nazionale della Democrazia Cristiana,  al termine di 55 giorni di prigionia. i  giorni della prigionia furono caratterizzati da indagini spesso senza costrutto, lunghi dibattiti politici sull’opportunità di trattare per la liberazione dell’ostaggio, pubblicazioni di messaggi delle BR e lettere dello stesso Aldo Moro. Il 16 marzo 1978 Aldo Moro era in auto, insieme con lui cinque uomini della scorta, verso le 9 del mattino furono intercettati in ,Via Fani a Roma, all’incrocio con Via Stresa, da un commando delle Brigate Rosse, composto da 19 uomini. I cinque componenti della scorta vennero uccisi, mentre Moro sequestrato e trasportato in Via Camillo Montalcini. I giorni successivi al ritrovamento del corpo furono arrestati i brigatisti coinvolti nell’agguato e, successivamente, indagati e giudicati circa 60 imputati.

Nato oggi:

1860 ( anni fa): nasce a Kirriemuir (Scozia) James Matthew Barrie scrittore e drammaturgo britannico, la cui fama è dovuta alla creazione del personaggio di Peter Pan.  Fino a tutto il 2007, settantesimo anno dalla sua morte, tutti i diritti derivanti dalle sue opere e il controllo intellettuale su di esse furono in capo al presidio pediatrico Great Ormond Street Hospital di Londra, cui l’autore li aveva già destinati dal 1929. Un giorno, seduto su una panchina ad Hyde Park, nei giardini di Kensington, con il proprio cane Porthos, fa il più importante incontro della sua vita: conosce per caso i cinque figli dei coniugi Sylvia e Arthur Davies, i giovani George, Jack, Peter, Michael e Nicholas. Nasce in questo modo casuale un grande amore per i cinque bambini, con i quali comincia a passare le sue giornate, a giocare e a immaginare, offrendo loro addirittura il proprio cottage fuori città, il Black Lake Cottage, dove James produce un album di fotografie dei ragazzi che giocano ai pirati, intitolato “I bimbi smarriti di Black Lake Island”. Barrie ne fa due copie, una delle quali regala al padre dei bambini, Arthur, che la smarrisce in treno; l’unica copia superstite è custodita presso la Beinecke Rare Book and Manuscript Library della Yale University. Il periodo più florido della vita di Barrie porta alla stesura del primo canovaccio di Peter Pan, il suo massimo capolavoro. L’avventura più nota del personaggio debutta il 27 dicembre 1904, nello spettacolo teatrale “Peter Pan” o “Il ragazzo che non voleva crescere”, in cui Barrie riesce a smuovere l’animo del grigio pubblico londinese, tra il quale fa sedere anche 25 orfani. Lo scrittore ha incontrato e raccontato storie alle giovani figlie del duca di York, la futura regina Elisabetta II e la principessa Margaret; acquisisce in seguito il titolo di sir e nel 1922 riceve l’Ordine al Merito. Muore a Londra il 19 giugno 1937.