fbpx
venerdì, Febbraio 23, 2024
spot_img
HomeApprofondimentiIl tempo dei ricordi

Il tempo dei ricordi

Ripercorriamo, insieme, gli avvenimenti e i personaggi più importanti che hanno segnato la data dell’8 Dicembre.

Accadde che:

1854 (169 anni fa): Pio IX proclama solennemente in San Pietro il Dogma dell’Immacolata Concezione. Lo sforzo effettuato per fare in modo che Roma offrisse al mondo l’immagine di una curia impegnata e raccolta intorno al suo pontefice diede i suoi frutti: giunsero migliaia di pellegrini e prelati da tutti i continenti, ansiosi di celebrare uno dei simboli più amati della cristianità. Così, alla presenza di centinaia di cardinali, vescovi, arcivescovi il Papa decretò Maria immune da ogni macchia e dalla colpa originale (secondo la Chiesa, ogni essere umano nasce col peccato e solo la Madre di Cristo ne è esente). Era una promulgazione diversa dalle altre, tanto che le prime perplessità furono espresse proprio da alcune delle più alte cariche ecclesiastiche. L’allora vescovo di Perugia Monsignor Gioacchino Pecci, ad esempio, si dichiarò contrario ad una proclamazione tout court del dogma, soprattutto perché avvenuta mediante decisione unilaterale del pontefice. L’idea che la bolla non fosse strettamente necessaria era motivata dal desiderio di non esporre la cristianità e i suoi rappresentanti a nuovi contrasti con le altre religioni, per altro già storicamente intercorsi, specie nelle regioni del Nord Europa. Inoltre, secondo gli scettici, quella proclamazione non fu affatto considerata innovativa. Nonostante le incertezze, tuttavia, Pio IX, forte dell’appoggio della stragrande maggioranza dell’episcopato, proseguì per la sua strada confermando il suo impegno spirituale e la sua attività teologica. Ponendo Maria nella piena centralità della dottrina cattolica, si manifestava  un rinnovato sentimento nella fede.

1976 (47 anni fa): gli Eagles pubblicano uno degli album più venduti di tutti i tempi, Hotel California. L’album divenne un enorme successo, con più di 16 milioni di copie vendute nei soli Stati Uniti e 32 milioni in tutto il mondo. Il disco fruttò alla band due Grammy Awards. L’album “Hotel California” ricevette anche una nomination come “Album of the Year”, ma perse in favore di “Rumours” dei Fleetwood Mac. Hotel California viene considerata da molti una delle migliori canzoni rock di sempre; e fu inclusa dalla rivista americana Rolling Stone alla posizione numero 49 nella lista delle migliori 500 canzoni di tutti i tempi. L’edificio che appare sulla copertina dell’album è il Beverly Hills Hotel, meglio conosciuto come Pink Palace, costruito nel 1912 e situato al 9641 di Sunset Boulevard, a Los Angeles, è un albergo di lusso, da sempre frequentato da diverse star di Hollywood.

Scomparso oggi:

1980 (43 anni fa): viene assassinato, a New York, John Lennon cantante. Nato, a Liverpool (Regno Unito), il 9 ottobre 1940 è stato dal 1960 al 1970  compositore e cantante del gruppo musicale dei Beatles, nei quali in coppia con Paul McCartney, compose anche la maggior parte delle canzoni. I genitori, Julia Stanley e Alfred si separarono nel 1942, così Jonh viene cresciuto da una zia, che gli impartisce un’educazione molto severa. Sarà la madre ad insegnarli i primi accordi con la chitarra, mentre la zia, vedendolo trascorrere gran parte del suo tempo a suonare lo strumento, gli ha rivolto queste parole: “Con quella non ti guadagnerai mai da vivere!”. Il ragazzo continua, però, a coltivare la sua passione è la prima apparizione in pubblico dei “Quarry Men”, il suo primo complesso, avviene il 9 Giugno 1957. Il successivo 9 Luglio, nel corso di un concerto che si teneva a Woolton, avviene l’incontro con Paul McCartney. I due decidono di costituire il duo Lennon-McCartney. Dalla loro collaborazione nasceranno una serie memorabile di successi musicali. Ai due si aggiunge, nel 1958, un compagno di scuola di Paul, George Harrison. I futuri Beatles, all’epoca si chiamano “The Quarrymen” propongono una miscela di musica skiffle e rock’n’roll. In quello stesso anno, la vita di John viene segnata dalla tragica morte della madre, a causa di un incidente stradale, ed è allora che la musica diventerà la sua unica ragione di vita. Nel 1959, entra nel gruppo il poco esperto bassista Stuart Sutcliffe e un anno dopo, il batterista Pete Best. Nel 1960, il gruppo, con il nome di Beatles, va ad Amburgo dove viene creato il look che, dagli abiti al taglio di capelli, entrerà nella storia. Il 5 ottobre del 1962 esce “Love me do”, il loro primo grande successo internazionale. Nel 1965, la Regina Elisabetta II, conferisce loro l’onorificenza di Baronetti, con una cerimonia ufficiale a Buckingham Palace. Alla fine degli anni Sessanta, l’armonia del gruppo viene segnata da diversi malumori tra i vari componenti. Intanto, John incontra per la prima volta Yoko Ono, un incontro che cambierà per sempre la sua vita. Nell’Aprile del 1970 il gruppo musicale decide di sciogliersi e nel disco successivo, “Imagine”, John si scaglia apertamente contro McCartney.  Alla notizia della morte di John Lennon si diffuse in fretta e, nel giro di poche ore, una folla di fan si ritrovò proprio di fonte al Roosevelt Hospital e nel luogo dove avvenne l’omicidio.

 

 

 

- Spazio disponibile -
- Spazio disponibile -
- Spazio disponibile -
ARTICOLI CORRELATI
- Spazio disponibile -

Le PIU' LETTE

- Spazio disponibile -